Top Secret: cosa vedremo nella puntata di lunedì 17 luglio?

È tornato da poche settimane in seconda serata su Canale 5, Top Secret la trasmissione condotta e curata da Claudio Brachino.

Nel corso del programma si cercano di approfondire ed indagare su vicende di cronaca, di attualità e di spettacolo che hanno destato curiosità e perplessità.

TOP SECRET: misteri svelati

Top Secret è nato su Rete 4 in cui è andato in onda dal 2002 al 2011 in prima o in seconda serata, per poi passare su Tgcom 24 dall’8 luglio 2012. Dal 25 giugno 2015 il programma è tornato nei palinsesti Mediaset, in seconda serata su Canale 5 dopo Temptation Island che gli ha fatto da traino per gli ascolti.

Claudio Brachino insieme alla testata giornalistica di Videonews cercano di non lasciare nulla al caso, non tralasciando di raccogliere nelle loro indagini tutti i dettagli perché il mistero è il loro pane.

Interessante la puntata di apertura, andata in onda lo scorso 26 giugno, dedicata a Londra ed ai suoi misteri. Brachino coadiuvato dallo storico inviato in Gran Bretagna, Antonio Caprarica, ha scandagliato tra le vicende oscure che nel corso degli anni hanno aleggiato tra le vie londinesi.

Partendo dal famoso Jack lo squartatore, si è arrivati ai giorni nostri parlando degli attentati terroristici e del tragico incendio al grattacielo Grenfell Tower. Anche la morte della mai dimenticata Lady Diana è stata ampiamente trattata, avvolta com’è nel mistero ancora oggi.

La redenzione di Paolo Brosio

medjugirje brosio

Lunedì prossimo Top secret si occuperà del mistero di Medjugorje, insieme al giornalista Paolo Brosio. Come è noto ai più, Brosio ha abbracciato la fede dopo una vita passata per lo più (a suo dire), tra donne, sesso, droghe. Un passato sfrenato che lui non rinnega, ma che anzi racconta perché da quella vita si è rinsavito.

Merito, dice Brosio, di una improvvisa apparizione mariana durante un’orgia. Gli fu da stimolo per capire che stava buttando la sua vita e per voltare pagina, cambiando completamente registro.

Ora Brosio è un religioso convinto che si confessa quotidianamente e che ha fatto della Madonna di Medjugorje il centro della sua vita.

Brosio soggiorna spesso per lungo tempo a Medjugorje e sull’argomento ha scritto diversi libri. È inoltre spesso invitato a dibattiti televisivi per trattare l’argomento.

La controversa questione della Madonna di Medjugorje

Oggetto della puntata, sarà proprio la cittadina della Bosnia Erzegovina. Si dice che la Madonna sarebbe apparsa ogni giorno da 35 anni a sei veggenti per questo è stata al centro di un’indagine voluta dal Vaticano per attestarne la veridicità. Brosio è il maggior sostenitore delle avvenute apparizioni e da anni si batte per il riconoscimento di tali visioni.

Nel corso del programma, verrà analizzata la posizione del Vaticano nei confronti di tale vicenda e di Papa Bergoglio. Il pontefice ha recentemente dichiarato quanto segue: “Credo alla Madonna nostra Madre buona, non a quella capo di un ufficio telegrafico”. È evidente il scetticismo e la diffidenza di Papa Francesco per le presunte apparizioni nel santuario bosniaco.

Anche le ricerche fatte da Brosio nel corso di questi anni, saranno presentate durante la puntata. Il giornalista è riuscito a scoprire che dietro la vicenda non c’è solo una battaglia teologica e dottrinale, ma anche un duro confronto politico tra le autorità comuniste e i vertici della Chiesa locale.

Il terzo segreto di Fatima sotto l’occhio di Top Secret

Una parte della trasmissione sarà dedicata anche al mistero di Fatima ed in particolare al terzo segreto.

Esso consiste in un messaggio che la Vergine Maria avrebbe consegnato ai tre pastorelli nelle apparizioni, a Fatima (in Portogallo), dal 13 maggio al 13 ottobre 1917. La trascrizione di questi segreti è stata opera di Suor Lucia nel periodo della Seconda Guerra Mondiale. Nel 1941 una parte e poi una successiva nel 1944. Quest’ultima venne poi consegnata in busta chiusa, in un plico, che, per ordine espresso della Madonna, avrebbe dovuto essere aperto nel 1960.

Ma, inspiegabilmente, Giovanni XXIII e i suoi successori non ritennero opportuno rivelarne mai il contenuto. Fino al 2000, anno in cui la Chiesa cattolica decise altrimenti, per volontà di papa Giovanni Paolo II e venne reso noto il contenuto.

Brachino insieme a contributi filmati ed interviste, cercherà di rispondere alla domanda se tale segreto sia stato interamente svelato o solo in parte.