Temptation Island: boom di ascolti. Ma cosa ci spinge a guardarlo?

temptation island

Esordio col botto per il reality dell’estate Temptation Island, con tre milioni di telespettatori attaccati al video.

Era prevedibile del resto, dato che il reality non ha mai tradito le aspettative nel corso degli anni. Ma cosa spinge gli italiani a seguire le gesta di coppie che non vedono l’ora di provare nuove emozioni?

Temptation Island: perché lo guardiamo?

Temptation Island riesce a risvegliare quella vena sadica che aleggia in ognuno di noi (un po’ come tutti i reality) facendoci alla fine sperare che sì, lui cada nelle grinfie della bellona di turno perché se no che gusto c’é? E poi sai che goduria nel vedere il fedifrago del momento essere colto in fragrante dalla fidanzata che lo osserva distrutta tramite il monitor di un pc portatile?!

E mentre pensieri di tale calibro aleggiano nella nostra mente perversa, comodamente sul divano di casa nostra ci rassicura l’idea di non essere lì in preda a mille tentazioni con lo spettro delle corna dietro l’angolo.

Si sa, le corne e gli inciuci appassionano chi non li vive da sempre. La vicina impicciona che spia tutti i movimenti per poi parlarne nelle scale alla dirimpettaia o la compagna di scuola un po’ viperella che spiattella a tutta la scuola che lui ti ha tradito, chi non le ha incontrate almeno una volta nella sua vita?

Questo vale anche per Temptation Island che delle corne e dei presunti tradimenti ne ha fatto la formula vincente. Noi tutti ci caliamo nei panni del personaggio tradito per poter dire: “Ah se fosse capitato a me, so io cosa avrei combinato!”. Ci immedesimiamo in chi non vorremmo mai essere perché poi “tanto a me non succede!”. E magari nel pensare così, buttiamo un’occhiata di sfida al nostro partner “perché non si sa mai…”, perdendo di colpo tutta la nostra sicurezza.

L’amore dovrebbe trionfare su tutto. Si cresce sperando in un amore da favola, col mito del principe azzurro magari.

Ma l’Happy ending a Temptation Island sembra stonare. Il pubblico non vuole rose e fiori, la favola lo annoia. Il tradimento vero o presunto che sia, lo appassiona. Purché rimanga sempre dentro la televisione, “perché non si sa mai…”

CONDIVIDI