Il nuovo spettacolo di Enrico Brignano: EVOLUSHOW 2.0

Cari amici di SuperGuidaTV, se stasera non avete impegni e volete passare un paio d’ore in allegria, Evolushow 2.0 è quello che fa per voi!

La comicità innata e la parlantina senza sosta di Enrico Brignano ci accompagneranno in una sorta di viaggio nell’evoluzione di Internet.

Lo spettacolo è la continuazione del precedente Evolushow, portato in scena in svariati teatri d’Italia nel 2015, ma aggiornato come le app sul cellulare. Metaforicamente parlando, il comico romano lo definisce così:

Il meccanismo dello show resta lo stesso, proprio come il cellulare che si possiede, ma le applicazioni sono tutte nuove.

Rispetto al primo, questo spettacolo sarà caratterizzato da più romanticismo e da più humor, quindi sarà articolato in una parte sentimentale e in una comica. Enrico con le sue parole ci porterà a sorridere ma anche a riflettere su una realtà in cui siamo letteralmente sommersi dal web, in un secolo dove Internet è tutto e non possiamo farne a meno.

Viviamo eternamente connessi ed è difficile uscire dalla gabbia.

Non assisteremo semplicemente ad un monologo: le parole di Brignano saranno accompagnate da colori, musica e danza, si esibiranno ballerini e acrobati, in uno scenario di immagini suggestive e futuristiche.

Ma che cosa significa esattamente quel 2.0 dietro a Evolushow?

Web 2.0 indica appunto l’insieme di tutte quelle applicazioni online che permettono un elevato livello di interazione tra sito web e utente ( blog, forum, chat, social network come Facebook, Twitter, Google + ecc.). Evoluzione del Web 1.0, diffuso fino agli anni Novanta, formato invece soprattutto da siti statici, senza possibilità di interazione con l’utente (eccetto le e-mail e la normale navigazione).

Chiuso capitolo informatica torniamo a Enrico Brignano e al suo show!

Il testo è stato scritto dallo stesso Brignano, con l’assistenza di Mario Scaletta, Massimiliano Giovanetti, Manuela D’Angelo, Luciano Federico e Riccardo Cassini.

Sold out in tutti i teatri italiani per lo spettacolo! Addirittura aggiunta di una data per far fronte alle numerose richieste dei suoi fans!

L’attore è amatissimo dal pubblico, che rimane letteralmente ammaliato dai suoi lunghissimi monologhi nei quali non tira neanche per un attimo il fiato! E ovviamente la simpatia dell’accento romano non guasta!

Immagine correlata  Attore ma anche regista teatrale, Enrico Brignano ha fatto il suo debutto in televisione al programma per barzellettieri “La sai l’ultima?” nel 1992.

Ha avuto un ruolo (il primo) di successo nella fiction “Un medico in famiglia”, che gli ha offerto maggiore visibilità.

Attore del piccolo schermo, ha partecipato a svariate serie e miniserie tv. Ricordiamo:

  • “Il Maresciallo Rocca”
  • “Sant’Antonio di Padova”
  • Raccontami una storia”
  • “Fratelli detective”
  • “I Cesaroni”

Ha interpretato anche diversi film per la tv:

  • “Per amore o per amicizia”
  • “Il bambino di Betlemme”
  • “Finalmente Natale”
  • “Vip”
  • “Finalmente a casa”
  • “Un Natale per due”

La sua presenza a Zelig lo ha consacrato uno dei migliori comici italiani di tutti i tempi.

Per due edizioni è stato conduttore de Le Iene (2007 e 2010).

Non tutti sanno che è stato anche un cartone animato! Ha infatti prestato la sua voce al simpatico pupazzo di neve Olaf in Frozen-Il regno di ghiaccio.

Attore di cinema, ha interpretato innumerevoli commedie. Ecco qualche titolo:

  • “Si fa presto a dire amore”
  • “SMS – Sotto mentite spoglie”
  • “Un’estate al mare”
  • “Un’estate ai Caraibi”
  • “Sharm el Sheikh – Un’estate indimenticabile”
  • “Faccio un salto all’Avana”
  • “Ex – Amici come prima”
  • “Stai lontana da me”

Un curriculum da far invidia il suo!

Il suo grande amore resta comunque il teatro, con il quale può comunicare al meglio i suoi pensieri, a stretto contatto col pubblico.

Quindi non perdetevi il suo EVOLUSHOW, questa sera venerdì 2 settembre alle 21.15 su CANALE 5.

Ci sarà da ridere sì, ma anche da riflettere su questo nostro mondo sempre più emancipato, nel quale (si domanda Enrico) ci sarà ancora spazio x i valori e per i sentimenti?

Vi lascio con una sua osservazione che più vera non si può:

La realtà è come la gente: cambia, evolve. La realtà muta. La gente no, non è muta. La gente parla. E si fa domande, tutti i giorni. E per tutte le domande c’è sempre un’unica e più frequente risposta: “guarda su Internet!”

Buona visione a tutti!