“Snowden”: il nuovo film di Oliver Stone presentato alla Festa del Cinema di Roma. Da una storia Vera.

Cari fans di SuperGuida, in questi giorni si tiene a Roma la Festa del Cinema e tra i tanti film in “gara” c’è anche quello di Oliver Stone: Snowden, tratto da una storia vera.

Oliver Stone regista “impegnato” alla Festa del Cinema

Oliver Stone, non è nuovo nel  trattare temi scottanti, che coinvolgono soprattutto il suo Paese: gli Stati Uniti.

Lo ha fatto con i films “Nato Il 4 Luglio” e “Platoon”, che gli valsero anche due oscar alla regia, e in una altro film, per me bellissimo: “Fuga di Mezzanotte” oscar alla miglior sceneggiatura non originale.

Insomma. Un talento acclamato e amato in tutto il globo. Indimenticabili anche “Natural Born Killers” e “Wall Sreet”

In questi giorni, il regista si trova a Roma dove si tiene la Festa del Cinema per presentare il suo nuovo film: Snowden.

“Snowden” , tema scottante tratto da una storia vera

Oliver Stone ha sempre denunciato il sistema corrotto di certi ambienti e lo ha affrontato anche  in questa sua ultima opera tratta da una storia vera.

A tal proposito dice:

Gli americani non lo hanno mai capito bene. Nel 2013, quando è scoppiato il caso, Snowden non era tanto simpatico, la gente lo confondeva con Assange.

La trama di Snowden

Il protagonista interpretato da Joseph Gordon-Lewitt è un ragazzo patriottico, che non potendo servire il suo Paese nell’esercito riesce ad entrare nei servizi segreti della Cia, dove scoprirà che si tengono sotto controllo i potenziali terroristi.

Fin qui tutto bene. Infatti per Snowden era una  cosa normale che si tenessero sotto controllo determinati individui, dopo l’undici settembre duemilauno.

Salvo poi scoprire, che ogni essere umano dotato di cellulare o computer viene “schedato” e “tenuto d’occhio”.

Anche il regista dichiara:

Anch’io sono d’accordo al controllo mirato. Tuttavia  non c’è bisogno di schedare chiunque: per evitare l’attacco dell’11 settembre 2001 sarebbe bastato che la Cia, l’Fbi, l’Nsa e la Casa Bianca si fossero scambiati le informazioni che avevano.

Un film di denuncia alla Festa del Cinema Di Roma

Ciò che ha denunciato Snowden (che compare personalmente nell’ultima sequenza del film) è che potremmo essere spiati in ogni singolo momento della nostra vita.

Stone consiglia:

 Siamo ormai tutti schedati dentro un enorme database, e ciò che oggi è lecito domani potrebbe diventare reato. Se volete un consiglio, usate la crittografia».

Un film difficile per Stone, che non ha trovato nessun finanziatore americano, e si è dovuto rivolgere ai francesi e ai tedeschi.

Difatti il film è stato girato interamente in Germania. Il regista continua affermando:

Ad alcuni critici statunitensi è piaciuto, ad altri no, ma questo non è un film di spionaggio, è una pellicola realistica.

Nel cast ci sono anche Shailene Woodley  e Nicolas Cage.

«Snowden» uscirà in Italia il 1º dicembre.

Io lo vedrò e voi? Vi incuriosisce sapere qualcosa di più su questo film?

Intanto eccovi il trailer ufficiale in inglese, con sottotitoli in italiano:

 

 

 

 

 

CONDIVIDI