Simona Ventura vs Barbara D’Urso: “noi non speculiamo sul dolore della gente”

simona ventura

Sere fa Simona Ventura è tornata in  Rai ma solo perché ospite di Bianca Berlinguer. Nel salottino di CartaBianca la popolare presentatrice si è raccontata parlando della sua ritrovata esperienza a Mediaset passando per la sua carriera da L’Isola Dei Famosi o Quelli Che il Calcio.

Simona Ventura a 360 gradi a CartaBianca

La popolare conduttrice si è aperta alle domande di Bianca Berlinguer confessando di essere molto felice di essere rientrata a Mediaset alla conduzione di Selfie – le Cose Cambiano, nonostante qualche benpensante lo consideri un programma trash:

A me piace fare la tv pop, io non penso che Selfie sia un programma trash. Penso che sia giusto fare anche dei programmi d’evasione come Selfie e come altri.

Non ho questo razzismo intellettuale per cui c’è la cosa trash e poi la cosa altissima. Non ci sono solo il nero e il bianco, esistono anche i grigi. Io trovo che questa trasmissione sia pop e molto bella.

Selfie – Le cose Cambiano vs Pomeriggio Cinque

La Berlinguer ad un certo punto chiede a Simona se crede veramente che il suo Selfie –le cose cambiano  sia una trasmissione di servizio, facendo un parallelismo con Pomeriggio Cinque (della D’Urso) che si occupa anche di chirurgia estetica:

Noi non speculiamo sulle persone che chiedono aiuto. Siamo una trasmissione di servizio. La mutua non passa tutte le operazioni, tanta gente non ha i soldi per poter sistemare i propri problemi, anche di vita. Quando cadi in un cono d’ombra, non è facile recuperare l’autostima da soli.

Simona Ventura e i suoi cavalli di Battaglia

Nel prosieguo della chiacchierata, Simona rispolvera i suoi cavalli di battaglia: uno su tutti l’isola dei Famosi che condusse per la Rai per ben otto edizioni e che ad un certo punto ha subodorato  volessero chiudere.

La Ventura infatti ha dichiarato che nell’ultima edizione che presentò si accorse che la “sfumavano” alle 23.30, quando è palese che il boom degli ascolti per questo tipo di programmi esplode in seconda serata.

Così con il suo solito piglio indomito decise di partire per l’Honduras creando un vero ciclone, dimostrando che se la trasmissione chiudeva non era certo per il calo degli ascolti:

Mi dispiaceva che la Rai decidesse di non fare più i reality show. E’ sempre un prodotto che funziona in tv. Io decisi di partire per l’Honduras, in modo che se chiudevano il programma non era certo per un calo di ascolti.

SuperSimo è sicuramente molto affezionata all’Isola che considera una sua creatura, dove anche in Spagna di recente l’hanno omaggiata come presentatrice dell’edizione italiana”.

Incalzata dalla Berlinguer, si diverte pure ad ipotizzare un possibile cast di politici:

Adesso qualche politico di sinistra lo prenderei. Mario Adinolfi ad esempio potrebbe fare una grande Isola dei Famosi, se la facessi ancora… Renzi ? si certo lo prenderei ma non verrebbe mai, anche se litigherebbe dopo due secondi!

Simona Ventura solidale con Paola Perego

paola perego

Durante la chiacchierata televisiva  a CartaBainca, Simona  ha affermato anche che in questo lavoro non esiste solidarietà femminile. (beh è notorio – non solo in tv- che gli uomini facciano squadra rispetto alle donne  che hanno sempre il dentino avvelenato verso altre donne)

Ha spiegato SuperSimo, riferendosi alla vicinanza espressa alla collega dopo la chiusura di <Parliamone Sabato>.

Per questo a una mia collega, che è Paola Perego, ho trovato giusto esprimere un tweet e dire che stavo con lei, al di là delle cose che sono successe. Le è stata fatta una cosa non giusta ed è giusto che io lo dica.

Insomma SuperSimo ha dimostrato ancora una volta di essere una donna con la D maiuscola prima ancora di una conduttrice con le p…

CONDIVIDI