“Sarabanda” di nuovo in tv? – Sul web sta impazzando la petizione per il suo ritorno

Sarabanda

Ve lo ricordate Sarabanda? Il quiz musicale per eccellenza anni ’90?

Sicuramente sì, impossibile da dimenticare! Andava in onda su Italia 1 nella fascia preserale e conduceva il simpaticissimo Enrico Papi.

Nel programma si sono fatti notare diversi concorrenti per la loro bravura, nonchè per la loro personalità. Di certo ricorderete “l‘Uomo Gatto” (Gabriele Sbattella): un personaggio decisamente particolare!

Sarabanda compie 20 anni

Quest’anno ricorre il ventennale della trasmissione, e sui social è partita un’iniziativa per riproporla in tv. Una vera e propria petizione, sostenuta tra l’altro da Papi e Sbattella.

Eccola qui:

Purtroppo “l’Uomo Gatto” pochi giorni fa si è dissociato a causa della malignità di qualcuno.

Mi dispiace, io esco fuori dalla petizione per #Sarabanda… Troppa cattiveria gratuita nei miei confronti…

Per poi aggiungere:

Ho scelto Sarabanda. Vedere Sarabanda senza l’Uomo Gatto è come vedere i Mondiali senza Brasile o Germania.

Un po’ “forte” come paragone, ma in effetti, se ci pensiamo bene, a “Sarabanda” si associa “Uomo Gatto”, e viceversa!

Chissà se l’iniziativa darà i suoi frutti?

Io spero di sì, perché all’epoca non mi perdevo una puntata.

E’ vero che ora la tv ci tempesta di quiz musicali, in ogni canale e in diverse salse, ma l’idea di un ritorno di Sarabanda non è pensata per niente male. Un ritorno al passato non dispiace mai, inoltre potremmo finalmente rivedere Enrico Papi come conduttore. Il che non guasta affatto!

Chi è “L’Uomo Gatto”? Gabriele Sbattella vive nelle Marche, a Porto San Giorgio. Oltre ad essere stato campione di Sarabanda, è stato campione di Caduta libera. E’ giornalista pubblicista, speaker radiofonico, nonché telecronista sportivo. Grande tifoso del Milan, del Bayern e del Benedetto XIV.

Enrico Papi vive ora negli Stati Uniti, a Miami, con la moglie Raffaella e i due figli, Rebecca e Iacopo. Ha partecipato nelle vesti di concorrente a Tale e Quale Show 2016, dove si è distinto per simpatia e autoironia, interpretando volti alquanto improbabili.

Durante la sua carriera ha presentato diversi programmi tv, tra game show e reality. Per citarne qualcuno:

  • Beato tra le donne
  • Matricole
  • Matricole e Meteore
  • Il gioco dei 9
  • La pupa e il secchione
  • Distraction
  • La ruota della fortuna
  • Trasformat
  • Top one

Ma è proprio con la conduzione di Sarabanda che abbiamo iniziato (almeno io) a conoscerlo e ad apprezzarlo.

Ricordiamo insieme Sarabanda

Nell’attesa che questa petizione venga presa in considerazione da Mediaset, qualche breve accenno sulla trasmissione:

  • Sarabanda nasce come varietà e successivamente viene proposto come gioco a premi
  • la prima puntata va in onda l’8 settembre 1997 e l’ultima il 20 febbraio 2004
  • il programma viene trasmesso nel preserale di Italia 1
  • diversi quiz all’interno del game show, fra cui “Canzone in maschera”, “Fuori uno”, “Countdown”, “Gong”, “Asta musicale”, “7×30” (il gioco finale dove indovinare 7 canzoni in 30 secondi)
  • grazie al grande successo riscosso, vanno in onda diverse puntate speciali in prima serata
  • nel 2005 torna con Super Sarabanda-Il torneo, la sfida tra i più grandi campioni del programma
  • nell’estate 2009 viene riproposto il programma, presentato però da Teo Mammucari

I campioni storici di Sarabanda

Sono diversi i nomi dei grandi campioni che si sono susseguiti negli anni a Sarabanda. Per cui citerò quelli che mi sono rimasti più impressi:

  • David Guarnieri, detto “Allegria” – campione per 124 puntate, chiamato così (ironicamente) per il suo aspetto serioso);
  • Valentina Locchi, detta “Pikachu” – non vedente, campionessa per 74 puntate, il soprannome è dovuto al pupazzetto Pikachu (Pokemon) che teneva sempre sulla sua postazione;
  • Marco Manuelli, detto “Coccinella” – campione per 57 puntate, il soprannome deriva dall’omonima canzone che diverse volte ha eseguito con Papi;
  • Cristiano Misceo, detto “Funghetto” – campione per 22 puntate, chiamato così per la statura e la capigliatura;
  • Antonietta Palladino, detta “Professora” – campionessa per 86 puntate, soprannominata così per il suo lavoro di insegnante;
  • Diego Canciani, detto “Tiramisù” – campione per 47 puntate, il soprannome deriva da una domanda culinaria di Papi;
  • Gabriele Sbattella, detto “Uomo Gatto” – campione per 79 puntate, il soprannome deriva dalla sua interpretazione del Dio dei gatti nel musical Cats, ai tempi del suo lavoro come animatore turistico.

sarabanda

Ve li ricordavate?

E dopo questa rispolverata al passato, non ci resta che attendere il verdetto: si farà o non si farà Sarabanda?

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl caso O.J. Simpson: American Crime Story, su Rai 4!
Prossimo articoloC’era una volta Studio Uno, da Febbraio su Rai 1!
mm
Sono Valentina B., classe 1979, marchigiana. Ho un marito e un bimbo bellissimo e faccio la mamma a tempo pieno, il mestiere più duro e più bello del mondo! Mi piace scrivere e sono un'appassionata di libri, soprattutto romanzi. Amo il cinema e la televisione. Sono una nostalgica : adoro rivedere i vecchi film e programmi della mia infanzia e adolescenza e mi commuovo sempre!