Sandro Piccinini via da Mediaset: “l’anno prossimo starò fermo”

Sandro Piccinini

A poche ore dalla telecronaca della finale di Russia 2018 Francia – Croazia, Sandro Piccinini lascia Mediaset “non ci sono più le condizioni per continuare”

Dopo più di trent’anni Sandro Piccinini lascia Mediaset. Una decisione sopravvenuta per una serie di motivi come ha raccontato lo stesso giornalista e conduttore televisivo durante un’intervista rilasciata al Corriere della Sera. Ecco le sue dichiarazioni.

Sandro Piccinini e Mediaset: “non ci sono più le condizioni per continuare”

A pochi giorni dalla telecronaca della finale del Campionato Mondiale 2018 tra Francia-Croazia su Canale 5, Sandro Piccinini va via da Mediaset. Si conclude così un’esperienza lavorativa durata più di 30 anni tra l’azienda del Biscione e il conduttore e telecronista sportivo.

Una decisione che era già nell’aria da diverso tempo, visto che lo scorso anno Piccinini aveva scelto di terminare ogni rapporto con Premium dedicandosi solo alle telecronaca della Champions League. Ora l’addio è definitivo.

Intervistato dal Corriere della Sera, il giornalista e conduttore tv ha dichiarato:

Per vari motivi che non sto qui a dilungarmi a spiegare, sia privati sia professionali, non ci sono più le condizioni per continuare.

Sandro Piccinini: “l’anno prossimo starò fermo”

Una dipartita in parte annunciata quella di Piccinini che ha anche rivelato di volersi prendere un anno sabbatico dalla televisione. Sempre al Corriere della Sera, il giornalista ha precisato:

In attesa in futuro di trovare una proposta che mi stimoli, l’anno prossimo starò fermo. In agenda avrò solo viaggi e trasferte di piacere.

Tra i prossimi impegni di Piccinini c’è un lungo viaggio a Londra, la capitale britannica che ha sempre rappresentato per il conduttore tv una sorta di seconda casa. Un rifugio dove trascorrere del tempo in totale tranquillità e relax.

Andrò a rilassarmi e a decidere cosa fare nel mio futuro” ha dichiarato il conduttore aperto però a ricevere qualsiasi tipo di offerta.

Chissà che in futuro non possano arrivare delle offerte di lavoro proprio da parte della piattaforma a pagamento di Sky o dalla tv di Stato Rai. Non resta che attendere ulteriori sviluppi.

Potrebbe interessarti: Mediaset, i Mondiali 2018 seguiti da 297 milioni di telespettatori

Testardo, sognatore, ironico, logorroico, attento osservatore e curioso all'ennesima potenza. Campano di origini, ma alla continua ricerca del suo posto nel mondo si laurea in Scienze Politiche e contemporaneamente completa il percorso per diventare Giornalista Pubblicista. Consumatore di dischi, tele-dipendente, appassionato di cinema e serie tv. Diverse le collaborazioni: dalla carta stampata fino al passaggio al giornalismo online.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here