Roberta Bonanno, intervista esclusiva: “Tale e Quale Show esperienza unica. Il mio rapporto con Marco Carta”

Roberta Bonanno

Roberta Bonanno è stata una delle migliori interpreti di Tale e Quale Show 2018. La cantante si è posizionata sul podio ed ha ottenuto l’accesso per il torneo dei Campioni. La Bonanno è tornata in televisione dopo undici anni: la cantante, infatti, si classificò al secondo posto ad Amici 7. La nostra redazione ha intervistato in esclusiva la cantante, che ci ha raccontato le sue sensazioni dopo l’esperienza nel programma di Rai Uno.

Roberta Bonanno, intervista esclusiva: “Tale e Quale esperienza unica”

Grande successo a Tale e Quale Show, che esperienza è stata? 

È stata ed è tuttora un’esperienza unica. Me la ricorderò per tutta la vita per vari motivi, in modo particolare per la qualità del programma, che mi dà modo di esprimermi al meglio e soprattutto di ritornare in televisione dopo undici anni. L’ambiente e la gente con cui lavoro mi stanno dando veramente tanto. È un impegno molto oneroso, perché mi tiene impegnata cinque giorni su sette, con orari belli tosti, ma chi lavora nel programma mi sta dando una grossa mano.

Per una cantante è più difficile imitare il personaggio nelle movenze o nella voce? 

Credo sia più difficile interpretare vocalmente il personaggio. Devi tenere a bada la tua personalità. L’interpretazione devi metterla da parte e dare voce al personaggio che stai realizzando. Era una cosa che non avevo mai fatto, ma proprio per questo il programma mi sta dando molte soddisfazioni.

Qual è il personaggio al quale sei più legata e quello più difficile da realizzare? 

Il più amato Aretha Frenklin. Mi ha dato una grande soddisfazione. Ho sentito un’atmosfera e un’aurea particolare mentre cantavo. Mi ha colpito nel segno e mi ha lasciato una bella impronta. Quella più difficile è stata Mina, perché è un personaggio unico vocalmente e negli atteggiamenti. Inoltre, ho fatto l’ultima Mina, quella che non si conosce, quindi ancora più difficile.

Cosa si prova ad imitare artisti del genere? 

Cerchi sempre di stare un passo indietro, perché sono personalità intoccabili. Da un altro lato, però, vedi che c’è la volontà di farti interpretare questi personaggi e ti dà onore, perché le aspettative sono alte.

È stato un grande successo però resta l’amaro in bocca per la mancata vittoria…

Non penso di uscire sconfitta. Non ho quasi mai avuto critiche dalla giuria. Il pubblico mi apprezza. Semplicemente ha vinto un ragazzo che è portato per fare questo tipo di mestiere. Antonio Mezzancella è un fenomeno. Per me non è una sconfitta, anzi, ho raggiunto un obiettivo.

Adesso inizia il torneo dei Campioni, quali sono le aspettative? 

Il gioco adesso si fa duro, perché ci sono ragazzi più meritevoli, quindi c’è più competizione. Siamo spinti a dare il massimo. L’ambiente però è sereno, si respira un’aria tranquilla. Sono sicura che saranno quattro settimane belle piene, divertenti e felici.

Al netto delle assegnazioni, c’è un personaggio che ti piacerebbe imitare? 

Mi piacerebbe tantissimo imitare Freddie Mercury, ma purtroppo non lo farò. È uno degli artisti che amo di più in assoluto; inoltre è un’artista uomo, quindi sarebbe stato un ulteriore gradino in più. Nonostante sia difficile farlo da un punto di vista vocale, se dovessi fare un nome, ti direi lui.

Roberta Bonanno: “Il mio rapporto con Marco Carta”

Ad un certo punto si è temuto un nuovo scontro con Marco Carta. I vostri rapporti ad Amici 7 non era idilliaci; Oggi, invece, come sono? 

Negli ultimi anni ho avuto la fortuna di conoscere un Marco più maturo rispetto a quell’esperienza. Marco lo sento, lo vedo, ormai quel rapporto non c’è più. Mi dispiace per chi è amante dell’antagonismo della coppia, ma ormai non c’è più. Oggi c’è rispetto, voglia di vedersi, parlarsi, confidarsi e vivere delle avventure lavorative insieme. Io lo aspettavo a Tale e Quale, ma purtroppo Marco ha altri impegni e per questo non parteciperà al torneo.

Cosa ne pensi del suo outing? 

Marco lo conosco e frequento da tanti anni. Io già lo sapevo perché lui me ne ha voluto parlare e si è aperto con me. Io ho molto rispetto della vita privata degli altri. Sono dalla sua parte. Per come io vivo l’omosessualità, che per me è talmente tanto normale, troverei anche normale se non se ne parlasse. L’omosessualità non può divenire un motivo di discussione, perché è una cosa normale. È anche vero, purtroppo, che ci sono degli eventi che devono essere ancora combattuti perché c’è ancora tanta ignoranza. Finché queste cose possono servire alla gente per aprire la testa, ben vengano, ma per me l’omosessualità dovrebbe essere affrontata con leggerezza perché è normalità.

Dopo Amici 7 hai vissuto un brutto periodo, ce ne parli? 

La vita di un’artista non è mai molto equilibrata. Ci sono momenti belli e altri meno belli. Quando hai un boom come quello di Amici, poi c’è sempre l’effetto rebound: nuovi partecipanti, nuovi volti, poi negli ultimi anni c’è stato un cambiamento dal punto di vista musicale. Succede, come è successo a molti. È successo anche a me e mi reputo fortunata perché mi ha aiutata a crescere. L’ho presa come una grande lezione, sperando che ci sia sempre il sole, ma so che ogni tanto qualche nuvola deve passare. Oggi prendo tutto con molta leggerezza. Come si è caduti, bisogna anche sapersi rialzare.

Quale consiglio daresti ad un’artista che si trova nella tua stessa situazione? 

Il consiglio è di non dare mai niente per scontato. Anche se si arriva a livelli alti non sono mai porti sicuri. Questo mondo è un’altalena. Bisogna affrontare tutto con uno spirito di sacrificio e capire che è anche giusto darsi delle alternative, altre forme parallele al mondo della musica. La musica deve essere passione, ma a volte può diventare professione, altre un peso, un ostacolo.

Hai ricevuto il premio Mia Martini, quali sono le emozioni? 

È stato un premio inaspettato, un’emozione pazzesca. Mia Martini è l’esempio di tutto ciò che dico io: voce, passione, sofferenza e purtroppo anche un’anima fragile. Come lei ce ne sono state poche e mi dispiace sia stata lodata solo una volta scomparsa. In un periodo come questo molto felice per me, rappresenta la ciliegina sulla torta. Sono fiera e onorata.

Ci sono progetti in cantiere? 

Adesso sono impegnata, come ho detto prima, cinque giorni su sette con Tale e Quale. In estate sono uscita con il mio nuovo album “Io e Bonnie”, quindi sicuramente continuerà la promozione con i live. Stiamo lavorando al nuovo singolo. Spero di non fermarmi!

La reazione di SuperGuidaTV da un in bocca al lupo di una prestigiosa ed eccellente carriera a Roberta Bonanno. La ringraziamo per la gentile concessione.

mm
Diplomato al Liceo classico, frequento il terzo anno del Cdl in Lettere moderne. Sono Giornalista pubblicista da aprile 2017 e scrivo principalmente di calcio, anche se in passato mi sono occupato molti di spettacolo, gossip e TV. Scrivere è più che una passione per me e spero che mi seguiate in tanti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here