Raffaella Carrà annuncia in diretta TV il ritiro dalle scene.

Giorni fa, esattamente due, ospite di Barbara D’Urso  a “Domenica Live” in collegamento da Madrid abbiamo visto la showgirl per antonomasia: Raffaella Carrà.

La Carrà pronta a lasciare il posto alle giovani showgirl

Domenica Live, il contenitore domenicale di Canale 5 giunto all’ultima puntata prima della pausa natalizia ha ospitato Raffaella Carrà in collegamento da Madrid dove  è stata invitata per i festeggiamenti dei 60 anni della TVE, la tv di Stato spagnola.

La diva del <tuca –tuca>, del primo ombelico scoperto della tv italiana, assiste a una serie di video-sorprese “Cuore a cuore” organizzate da Barbara D’Urso, tra sigle, successi ottenuti in tutto il mondo e scene con i big con cui ha lavorato. Sorride, quasi accarezzando i ricordi, tuttavia non trattiene le lacrime quando vede Corrado, suo storico compagno di lavoro a cui era molto legata e infatti aggiunge:

È dura, era un compagno impagabile e non credo esista una persona in Italia che non abbia amato Corrado. Con lui si rideva, ti prendeva in giro, ma era un grande compagno”.

Ripercorrendo un po’ la sua carriera, Raffa sottolinea:

Ho sempre rappresentato l’Italia al massimo dell’eleganza, della simpatia e della professionalità. Essendo italiana, romagnola ed emiliana, con le persone che non conosco, nasce subito una grande simpatia.

Facevo danza classica e non avevo nessuna intenzione di ballare o cantare. Per me, esisteva solo la danza classica. Già sognavo di fare le coreografie delle opere. Volevo fare quello.

Poi ho fatto il provino per il Centro sperimentale della cinematografia. In Rai, ne ho fatte di cotte e di crude. Quando vedo le immagini, mi ricordo il periodo ma non mi guardo mai perché non mi piaccio mai.

Mia madre voleva l’ombelico come un tortellino? Sì è vero. Mia madre non avrebbe mai immaginato che il mio ombelico sarebbe diventato una piccola pietra dello scandalo in Italia.

Io ci ho messo del mio – afferma la Carrà – ma devo ringraziare tutti coloro che, da Sergio Iapino a Gianni Boncompagni, hanno fatto ciò che era necessario per creare una star internazionale”.

La Carrà, infine, dopo l’invito della D’Urso in diretta nel suo programma, stupisce tutti dichiarando che intende ritirarsi dalle scene:

Io ho avuto tanto dalla vita. Adesso è l’ora di lasciare il passo alle nuove showgirl e ai nuovi showman. Il mio sogno era quello di cercare nuovi talenti. Sono molta contenta per la carriera di Manuela Zero <che ha partecipato a Forte Forte Forte>.

Questa ultima affermazione, appare come un sassolino, che la Carrà ha voluto togliersi dalla scarpa, memore del massacro di critica e di pubblico al suo programma “Forte Forte Forte”.

Considerazioni

Credo che la Carrà rappresenti la storia della tv italiana, dei varietà, dei grandi “sabato sera”, legati alla lotteria e non, dove si facevano degli ascolti pazzeschi.

La sua bravura e professionalità sono uniche e impagabili, frutto di lavoro, studio, disciplina e sacrifici. Oggi dubito fortemente che le giovani showgirl che amano il mondo  dello spettacolo abbiano alle spalle tanto duro lavoro.

Creano una pagina sui vari social, ed essendo poi, molto seguite pensano di essere famose, ma è una notorietà illusoria che passa velocemente fino alla nuova belloccia di turno.

In breve. Senza il talento, i sacrifici, lo studio, la dedizione, l’abnegazione e (un pizzico di fortuna ) per ciò che fai, non vai da nessuna parte.

CONDIVIDI