Non è l’Arena, il servizio di Fabrizio Corona nel bosco di Rogoredo tra dubbi e incongruenze

Fabrizio Corona nel bosco di Rogoredo

Fabrizio Corona torna a Non è l’Arena, programma condotto dall’amico Massimo Giletti. L’ex re dei paparazzi, però, torna in grande stile con un servizio realizzato nel bosco di Rogoredo. Corona ha anticipato alcuni dettagli del suo servizio attraverso i canali social: Stasera mi sono recato al Bosco di Rogoredo, patria nazionale dello spaccio italiano, dove anche la polizia si rifiuta di entrare. Mi sono recato lì solo con un operatore e un fonico per raccontare il parallelismo tra la mia tossico dipendenza e quella che colpisce l’Italia e la povera gente che vede uno stato inerme e una polizia disinteressata. Corona, poi, chiude il posto ringraziando Dio per aver salvato suo figlio Carlos.

Fabrizio Corona aggredito nel bosco di Rogoredo

Il servizio realizzato per Non è l’Arena stava prendendo una brutta piega per Fabrizio Corona: l’ex re dei paparazzi, infatti, è stato aggredito e per poco non ha rischiato la vita. Lui stesso, infatti, ha pubblicato alcuni video nei quali riceve cure in un’ambulanza e dichiara apertamente:

Come ho fatto ad uscire vivo da quell’inferno….

Corona poi dà appuntamento a domenica sera nella puntata di Non è l’Arena, nella quale saranno mostrate le immagini salvate da una telecamera nascosta ad infrarossi.

Non è l’Arena, il servizio di Corona e le varie incongruenze

Tutto ciò che ruota attorno a Fabrizio Corona ovviamente fa sempre discutere. Il servizio nel bosco di Rogoredo è vero? Qualcuno, infatti, ha sottolineato le tantissime incongruenze riscontrate nel vedere le immagini pubblicate sui social dall’ex re dei paparazzi. Alberto Dandolo di Dagospia, ad esempio, scrive:

Gli sceneggiatori si sono dimenticati un dettaglio: il rolex da 30mila euro al polso.

Dandolo, infatti, non crede che gli spacciatori avrebbero lasciato andare Corona senza sottrargli il costosissimo orologio. Un altro dubbio che attanaglia gli utenti è il seguente: chi ha scattato le foto nell’ambulanza a Fabrizio Corona? Secondo la legge, infatti, sul mezzo di trasporto possono esserci solo gli infermieri, dunque non è possibile che un amico o un operatore abbia potuto scattare le foto all’ex compagno di Nina Moric.

Le immagini sono state riprese da un infermiere in servizio? I dubbi e le incongruenze evidenziate sono molte, non ci resta che aspettare il servizio di Non è l’Arena, in onda domenica sera su La 7.

mm
Diplomato al Liceo classico, frequento il terzo anno del Cdl in Lettere moderne. Sono Giornalista pubblicista da aprile 2017 e scrivo principalmente di calcio, anche se in passato mi sono occupato molti di spettacolo, gossip e TV. Scrivere è più che una passione per me e spero che mi seguiate in tanti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here