Nemo, aggressione alla troupe durante l’arresto di Antonio Casamonica

nemo

Un giornalista e un filmaker di Nemo Nessuno Escluso sono stati aggrediti a Roma durante l’arresto di Antonio Casamonica: ecco cosa è successo

Un nuovo caso di aggressione ai danni di un inviato di un programma televisivo. Dopo i recenti casi di Luca Abete di Striscia La Notizia e dell’inviato di Non è L’Arena, questa volta ad essere vittima di violenza sono stati l’inviato e un filmaker di Nemo Nessuno Escluso. L’aggressione è avvenuta ieri notte nella periferia di Roma dove la troupe di Nemo si era recata per filmare l’arresto di Antonio Casamonica.

Aggredita troupe di Nemo a Roma

Vittime di violenza nella periferia di Roma sono stati l’inviato di Nemo Nello Trocchia e Giacomo Del Buono, filmaker. I due al momento dell’aggressione si trovavano nella periferia di Roma in occasione dell’arresto di Antonio Casamonica e Alfredo Di Silvio.

Un arresto in parte causato proprio dalla Rai, visto che i due sono stati arrestati con l’accusa di pestaggio nei confronti di una donna e del proprietario del Roxy Bar sulla Romanina. Il tutto è accaduto il il 1 aprile come testimonia un filmato video registrato e diramato dall’azienda di Stato.

Cosa è successo? Stando a quanto reso noto dalla Rai l’inviato di Nemo e il filmaker sarebbero stati insultati durante l’arresto di Antonio Casamonica.

Insulti che sono stati rivolti anche agli uomini della polizia. Non solo, la famiglia e i parenti di Casomonica oltre ad insultare hanno colpito con un ceffone la telecamera di Giacomo Del Buono rompendo la lampada. In realtà i familiari dei Casamonica sono andati oltre.

Non solo insulti verso la troupe di Nemo, ma anche lancio di oggetti di diverso tipo per impedire l’avvicinamento alle loro case.

Il servizio completo dell’aggressione è disponibile sul sito Rainews.it e sarà trasmesso durante la puntata di venerdì 11 maggio di Nemo Nessuno Escluso su Rai 2.

Aggressione Nemo: la solidarietà di Mario Orfeo e Monica Maggioni

Purtroppo non è la prima aggressione subita da Nello Trocchia. Già nel 2017 il giornalista era stato colpito a Vieste. In quell’occasione l’inviato si stava occupando di un filmato riguardano la mafia di Foggia.

A novembre scorso, invece, vittime di un’aggressione sono stati il giornalista Daniele Piervincenzi e il filmaker Edoardo Anselmi. Ad aggredirli ad Ostia Roberto Spada e Ruben Alvez Del Puerto.

Tutta la Rai si è espressa compatta e solidale verso il lavoro di Nello Trocchia e Giacomo Del Buono come testimoniano le parole del Direttore Generale Mario Orfeo e di Monica Maggioni, Presidente Rai.

Ancora un’aggressione nei confronti di una trasmissione Rai impegnata a raccontare gli sviluppi giudiziari di un grave fatto di cronaca consumato a Roma. L’azienda esprime la piena solidarietà ai colleghi aggrediti questa mattina davanti alla casa di un esponente della famiglia Casamonica e conferma il suo totale impegno a tutela di tutti coloro che lavorano per garantire al Servizio Pubblico la possibilità di essere nei luoghi dove avvengono i fatti. Nessuna intimidazione potrà mai fermare il racconto della realtà che la Rai quotidianamente offre agli italiani.

Il video completo dell’aggressione sarà trasmesso venerdì 11 maggio alle ore 21.20 in prima serata a Nemo Nessuno Escluso.

CONDIVIDI