Morgan si racconta a Maurizio Costanzo – L’intervista del 3 novembre

Giovedì 3 novembre è andato in onda il quinto appuntamento con L’intervista di Maurizio Costanzo.

Che dopo aver ospitato i “casi giudiziari” Wanna Marchi e Fabrizio Corona, l’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e la showgirl Belèn Rodríguez, si è apprestato a conversare con l’eccentrico Morgan.

La puntata si è così aperta

Bentrovati. Cominciamo adesso con un’intervista particolare per quanto mi riguarda perché è un’intervista ad una persona che conosco fisicamente, con il quale parlo direttamente questa sera per la prima volta.

Nel senso che l’ho visto in televisione l’ho sentito parlare, l’ho sentito suonare ma non ci ho mai parlato. E’ anche bello parlare per la prima volta con una persona davanti alle telecamere…

E la persona è Morgan, che potrei chiamare anche Marco.

Marco Castoldi, leader dei Bluvertigo, ex giudice di X Factor, ospite ad Amici, personaggio eclettico, controverso, sopra le righe.

Maurizio Costanzo, l’intervistatore per eccellenza.

Due grandi personalità racchiuse in un cubo rosso.

Nelle pareti del cubo scorrono immagini salienti della vita di Morgan, accompagnate da varie melodie, spesso canzoni dei Bluvertigo.

I DIVERSI FILMATI

  1. Morgan. Il ribelle – L’artista dichiara il suo odio verso i prepotenti. Paragona a Dio quelli che sono stati fregati e dice di sentirsi un povero Cristo. Alla domanda: «Credi in Dio?» risponde: «Sono spirituale. Credo sempre di più. Metto a fuoco».
  2. Marchino – Così lo chiama(va) la mamma. Il filmato, molto commovente, si apre con le foto di un Morgan bambino, con sottofondo una dolcissima Can’t help falling in love di Elvis Presley. Morgan definisce sua mamma “magica” e il rapporto con lei di “incontro-scontro”.
  3. Il padre – Ecco la parte più “forte” dell’intervista. Il cantante si sofferma molto a parlare di suo padre, morto suicida l’11 ottobre 1988, dopo aver salutato lui e sua sorella dalla finestra (cosa che non faceva mai). Morgan aveva 16 anni. Dice che per un figlio, soprattutto se maschio, è orribile perché viene a mancare il punto di riferimento, l’esempio. «La madre è l’abbraccio quando torni a casa, il padre ti butta nel mondo…» Ma dice anche di essersi sentito sollevato, perché il padre era diventato violento negli ultimi anni.
  4. Musica e Dio – La passione per la musica arriva a 6 anni, quando il piccolo Marco si mette a cantare Elvis fuori da una chiesa, su un muretto.
  5. Era una famiglia – Scorrono immagini dell’amore che fu con Asia Argento e di quando insieme alla figlia Anna Lou erano una famiglia. Si parla di Asia (afferma che si somigliano) e del rapporto con le due figlie (la seconda, Lara, avuta da Jessica Mazzoli, concorrente a X Factor 5). «Vivo con tutte e due insieme. Nel mio cuore.»
  6. L’intervista. Le scuse. L’epurazione – Viene ricordata l’eclatante esclusione dal Festival di Sanremo per aver parlato dei benefici delle droghe su un giornale. «In un altro paese si sarebbe presa in altro modo… Mi hanno obbligato ad andare da Vespa per chiedere scusa… Non sono stato capace di autocensurarmi». Fa l’esempio di una vecchia intervista di Enzo Biagi a Pier Paolo Pasolini, in cui lo scrittore affermò: «Non dico quello che penso altrimenti vengo accusato di vilipendio».
  7. Il mio mondo – L’ultimo filmato si apre con un punto interrogativo e foto attuali di Morgan.

LE MIE CONSIDERAZIONI

Mi ha fatto sorridere l’ultima affermazione del cantante, rivolto a Maurizio Costanzo:

Io non andrò più in tv, perché questa è la nuova ca###ta che ho fatto. Mi sono lasciato vivisezionare da te!

Devo dire che questa intervista mi è particolarmente piaciuta. Semplice, in parte divertente, in parte commovente, ha messo a “nudo” (per quanto si possa fare!) il Marco persona, non il Morgan personaggio.

Il padrone di casa che cerca di sviscerare tutto quello che c’è dentro il suo ospite. L’ospite che prova a eludere alcune domande con giri di parole interminabili!

Più che un’intervista, una chiacchierata, un confronto in cui anche Costanzo si apre a vecchi ricordi.

Un Costanzo a tratti amico, a tratti paterno e bacchettone. Più volte nel corso dell’intervista rimprovera Morgan e lo incita ad essere più presente per le figlie.

Un Morgan eccentrico, con le sue “bizzarre” manie (senza calzini, senza mutande, senza posate!). Ma anche un Marco sensibile, che sopra i filmati del padre e della figlia Anna Lou parla, parla, parla, ma intanto gli occhi si fanno rossi di commozione.

Un Morgan, come lo definisce Costanzo, VERO, MEMORABILE, MAI BANALE.

Se vi siete persi la puntata potete rivederla direttamente da SuperGuidaTV. La trovate nella sezione On Demand del menù, su Replay Tv e Videoteca!

Intanto eccovi qualche stralcio dell’ intervista:

CONDIVIDI
Articolo precedenteMessengers, su Rai 4!
Prossimo articoloI Menù di Benedetta, su La7d!
mm
Sono Valentina B., classe 1979, marchigiana. Ho un marito e un bimbo bellissimo e faccio la mamma a tempo pieno, il mestiere più duro e più bello del mondo! Mi piace scrivere e sono un'appassionata di libri, soprattutto romanzi. Amo il cinema e la televisione. Sono una nostalgica : adoro rivedere i vecchi film e programmi della mia infanzia e adolescenza e mi commuovo sempre!