Morgan si racconta: “ Sono già nella storia…ma più per le stronzate che ho fatto”

Morgan al secolo Marco Castoldi, cantante dei Blu Vertigo in una recente intervista al Fatto Quotidiano si è raccontato ammettendo di essere già passato alla “storia”.

Tuttavia, per chi conosce un minimo l’artista, sa benissimo, quale possa essere la sua ironia soprattutto la sua autoironia.

Vi riportiamo, per amor di verità, il post che ha scritto Morgan su Facebook in merito all’accaduto  e parte dell’intervista, in cui inevitabilmente si parla di tv, perché ricordiamolo, Morgan è una bella presenza in tv: già giudice di X Factor, ora di Amici, contribuisce notevolmente con la sua immensa cultura musicale e  non, ad alzare i contenuti, a volte, non sempre alti.

L’intervista

La cosiddetta televisione nazional-popolare dovrebbe essere uno strumento connesso al servizio pubblico, a prescindere che sia Rai oppure privata: tutti, devono avere accesso al sapere. Partendo da questo presupposto, ritengo la mia proposta televisiva figlia di un bel compromesso; passare artisti di nicchia, sdoganandoli, di fatto, al grande pubblico, non è per niente scontato.È un dovere di chi sta in televisione cercare di elevare la proposta, mantenendo il proprio pensiero integro, cercando di renderlo fruibile, e, come dicevo, comprensibile ai più, non eliminandolo oppure modificandolo soltanto perché difficile. Altrimenti, come dici tu, si volge lo sguardo verso il basso.

Il giornalista incalza e gli chiede, quali sono i suoi progetti futuri:

Io non ho progetti televisivi, è la tv ad averli con me. I miei programmi a lungo e medio raggio guardano all’interno di ambiti filosofici e letterari e ovviamente musicali. Poi, possono esserci declinazioni che mi portano alla tv, questo sì ma nulla è programmato dalla mia persona.

E se un giorno Morgan dovesse finire nel dimenticatoio? Chiede l’intervistatore..

Ma è impossibile una cosa del genere! Io sono già nella storia. Questo genere di cose – a gente come me – non possono succedere!

 

Questo quanto scritto dall’eclettico artista per difendersi da chi lo ha accusato di arroganza e di presunzione.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIn seconda serata venerdì 22 luglio: Matrix Reloaded
Prossimo articoloIl film da vedere stasera, 23 luglio – L’uomo di casa
mm
Mi piace leggere, seguire tv, cinema, spettacolo, gossip, politica, e mi piace sognare... Amo tutto ciò che è latino/americano infatti via web seguo programmi americani e argentini.Odio le persone invadenti e stupide, ipocrite e bigotte, cattive e invidiose .Che non ti guardano mai negli occhi perchè sono impegnate a guardare altrove, magari ad imparare a memoria i vestiti che indossi. Quelle che ti interrompono mentre parli e che pensano che il mondo giri intorno a loro.. Quelle che pensano di sapere tutto, e di avere la verità in tasca. A quelli che si ammantano di luce e di saggezza, ma che in definitiva sguazzano nella loro m..... che, a loro dire, puzza meno di quella degli altri. Detesto l' ipocrisia in tutte le sue sfumature.Detesto la lealtà politica(non ve ne è nessuna) Amo le persone schiette, dirette, che non hanno paura di prendere posizione anche se risulta molto impopolare. Amo la sincerità, anche se fa male . Il rispetto, sopra ogni cosa è qualcosa di nobile e seducente che suscita un interesse immediato..