Mika si racconta al Giffoni Film Festival

In questi giorni si sta svolgendo a Salerno il Giffoni Film Festival, kermesse annuale dedicata al cinema per ragazzi italiano e internazionale.

Tra gli ospiti vip nostrani e stranieri (nei giorni scorsi i ragazzi hanno incontrato Jennifer Aniston) ieri ha fatto capolino Mika, il cantante anglo-libanese che ha costruito negli anni un rapporto speciale con il nostro paese grazie al ruolo di giudice di X Factor.

Mika si è confidato a cuore aperto, rispondendo alle domande dei fans accorsi ad ascoltarlo e parlando del suo passato, fatto anche di episodi di bullismo, del presente e del futuro.

Quando avevo 16-17 anni – ha detto ai ragazzi del Giffoni – ogni momento del giorno era un ostacolo. Ero arrabbiato. E la rabbia è un sentimento pericoloso, quando sei così arrabbiato come lo ero io in quel momento vuoi fare del male e lo fai a te stesso oppure agli altri.

Io, invece, ho scritto “Over my shoulder”, ho trasformato la rabbia in qualcosa di bello

Mika ha voluto ricordare la sua presenza al talent show italiano con delle bellissime parole:

Quando ho accettato di lavorare a X Factor stavo uscendo da un brutto periodo lavorativo. Le mie canzoni erano andate male e non volevo più parlare. Avevo creato un muro e il talent show mi ha aiutato ad abbatterlo. Avevo paura perché non conoscevo la lingua e non avevo mai fatto televisione.

Ma abbiamo il dovere di provare cose nuove che non sappiamo fare. È così che si cresce

Il cantante inglese ha anche rivelato di aver fatto un provino per un film, senza però dare indicazioni più precise: vedremo se il futuro lo porterà verso una nuova carriera cinematografica!

CONDIVIDI