Marco bocci torna in TV con la Serie tv “SOLO”

Una nuova serie TV targata TAODUE che vede il ritorno nelle fiction di genere poliziesco di MARCO BOCCI, l’indimenticato vice-questore CALCATERRA di SQUADRA ANTIMAFIA.

Stavolta Bocci sarà il protagonista della serie SOLO. Bocci vestirà i panni di un agente dello Sco(servizio della Direzione centrale anticrimine della Polizia di Stato) sotto copertura.Una fiction che parlerà di ‘ndrangheta e dei suoi traffici “preferiti” quali narcotraffico, estorsioni, traffico d’armi e di esseri umani

La missione dell’agente SOLO sarà quella di infiltrarsi nella ‘ndrina che controlla il porto di Gioia Tauro, il piu’ grande snodo per i traffici illeciti nel Mediterraneo. Dietro la macchina da presa un piu’ che convincente Michele Alhaique. “Solo e’ ispirato a una storia vera che abbiamo adattato“, rivela il produttore Pietro Valsecchi.

Per il procuratore della Repubblica di Reggio Calabria Federico Cafiero de Raho,

e’ una grande gioia vedere che un prodotto di questo tipo vada in televisione. Si parla poco di ‘ndrangheta, ma perche’ e’ la stessa organizzazione criminale che non vuole che se ne parli. ‘Solo’ e’ una fiction molto attinente alla realta

Gli altri attori

Nella serie, come attori, oltre a Bocci, ci sarà anche Peppino Mazzotta (noto al pubblico per il suo ruolo dell’ispettore Fazio nella fortunata serie RAI del commissario Montalbano) che e’ l’antagonista, il cattivo Bruno Corona, esponente di spicco dell’omonimo clan calabrese.

Nel cast anche Diane Fleri, Renato Carpentieri e Carlotta Antonelli.

Ecco le prime parole di Bocci sul suo personaggio

E’ una serie che tende a raccontare, senza spettacolizzare la ndrangheta. E’ stato un impegno molto profondo. Mi ha fatto conoscere dinamiche reali di persone che fanno questo mestiere da infiltrati nella vita, e mettono in gioco loro stessi. In ‘Solo’ viene messa in scena anche la crudelta’, senza pero’ mitizzare i cattivi

A chi chiede se si e’ ispirato a qualcuno dei suoi vecchi personaggi come Squadra antimafia, replica

no, non c’entra nulla con <Carcaterra>, lì c’erano i buoni e i cattivi, quasi se vogliamo a livello fumettistico, con le sparatorie gli inseguimenti e le scene spettacolari. In questa serie dove affrontiamo una questione importante come la lotta alla Ndrangheta, tutto basato sulla realtà, e i personaggi sono più introspettivi, si interrogano molto anche sulla loro vita

Quando andrà in onda la prima puntata?

Dal 9 novembre su Canale 5 in 4 prime serate