“Malati di pulito” vs. “Sepolti in casa”!

Real Time (canale 31) fin dai suoi esordi, nel 2005, si è sempre dedicato a “documentare” gli aspetti della vita di tutti i giorni (siano essi sani, o “patologici”), dalla cucina al fitness, ai matrimoni, senza tralasciare il racconto di aspetti “curiosi”, come in certi casi possono essere le ossessioni, attraverso programmi del calibro di “Malati di risparmio” e “Malati di pulito”.

Curiosità sul programma:

Quest’ultimo docu reality, ha assunto nel corso della propria “vita televisiva”, vari “volti”, prima di arrivare a quest’ultima “proposta”, tra questi ricordiamo:

Malati di pulito”(prima versione): programma che racconta le storie di persone (uomini e donne) affetti da un disturbo ossessivo compulsivo che li spinge a pulire meticolosamente ogni centimetro della propria abitazione, e se vivono con qualcun’altro (sia esso un familiare, un conquilino o chiunque altro), costringono anche quest’ultimo a fare allo stesso modo, innervosendosi moltissimo se lui/lei non si comporta allo stesso modo.

Sepolti in casa”: questo format mostra il disturbo ossessivo compulsivo opposto a quello “protagonista” di “Malati di pulito”, quello cioè che impedisce, a chi ne è affetto, di buttare via anche la minima cosa, comportamento che ha come effetto collaterale quello di rimanere letteralmente sommersi sotto il peso dei propri “ricordi”, cioè di tutto ciò che non sono riusciti a buttare.

La prima serata di Real Time, propone il Martedì, una versione inedita del sopracitato “Malati di pulito”: ciò che lo caratterizza e lo distingue dalla versione “originale”, rendendolo ancora più interessante è la domanda di partenza: cioè cosa succederebbe se i “malati di pulito”, e i “sepolti in casa” si incontrassero?

Se anche voi siete curiosi di scoprirlo, non dovete fare altro che mettervi comodi e sintonizzarvi su Real Time, preparandovi a vederne di tutti i colori.

Buon divertimento!

Martedì alle 21:10 (su Real Time canale 31).

CONDIVIDI
Articolo precedente“ Nei Panni di Un’altra”: l’attrice Eleonora Giorgi, ora anche scrittrice.
Prossimo articoloCalendario gare Olimpiadi 2016 – 9 agosto
Mi chiamo Chiara, ho 27 anni e la mia più grande passione è la scrittura, che coltivo sin da quando posso ricordare. Nel tempo libero oltre a scrivere (per lo più racconti) mi piace molto anche leggere, ascoltare musica e guardare la televisione (in particolare serie tv poliziesche e programmi reality/tutorial, che trovo molto interessanti perché permettono sempre di imparare cose nuove). Infine un’altra mia grande passione sono i bambini, con i quali ho anche l’ambizione di poter lavorare o come educatrice di asilo nido (lavoro per cui sono abilitata da una laurea) o come baby sitter. Di loro mi piace soprattutto la loro genuinità ed il fatto che sono privi di filtri e che trasmettono molta allegria.