Mai più bullismo, a Novembre su Rai Due!

#Maipiùbullismo

Il Bullismo è un fenomeno diffuso in tutto il mondo, e si riferisce in particolare ad un insieme di comportamenti, che vedono come “vittime” i giovani, prevalentemente in contesti scolastici, che vengono “scelti” dal bullo, in quanto considerate incapaci di “ostacolarli”/difendersi.

Questo atteggiamento può “manifestarsi” in diverse forme: verbale, psicologico, fisico ecc… ed al contrario di ciò che comunemente si è portati a pensare, coinvolge tanto i maschi quanto le femmine, che possono essere sia “vittime”, che “bulli”.

Inoltre è presente anche tra gli adulti, dove però è conosciuto con altri nomi:

MOBBING: in ambito lavorativo;

NONNISMO: nell’ambito delle forze armate;

CYBER BULLISMO: può essere considerato come una nuova forma di bullismo, diffuso in particolare tra i giovani, con Internet, cioè dal 2000.

Di tutto questo, ma soprattutto delle sue giovani “vittime”, si occupa il “docu reality”, in programmazione su Rai Due da Novembre, dall’eloquente titolo “Mai più bullismo”, condotto da Pablo Trincia.

Curiosità:

Pablo Trincia, classe 1974, è noto al pubblico del piccolo schermo per aver partecipato a programmi, famosi come: “Le Iene”, “Servizio Pubblico”, “Announo” ecc…

Nello specifico il programma “Mai più bullismo”, come lo stesso Trincia spiega, è una sorta di programma “itinerante”, o per usare un termine inglese “on the road”, cioè senza un vero e proprio studio e dove ogni singola ripresa è effettuata “in strada”. Ogni puntata vede come protagonista, previo consenso dei genitori, un ragazzo/ragazza vittima di bullismo, che “documenterà”, la sua giornata tipo, in particolare gli abusi subiti dai bulli in questione. L’intento del programma è quello di aiutare il ragazzo a dimostrare ciò che sta subendo, in modo da farsi aiutare.

Se anche voi siete interessati a questo tipo di problematica, non potete assolutamente questo “appuntamento”.

Buona visione!

Da Lunedì 28 Novembre in seconda serata (su Rai Due).