L’Italia fuori da Euro2016: il rientro a casa

Voglio salutare l’Europeo con questa foto”, scrive Leonardo Bonucci sul suo profilo Instagram  postando l’immagine di tutta la squadra, panchina compresa, che corre a festeggiare. “Un’esultanza figlia della voglia, dell’Unione, del rispetto l’uno dell’altro, della fame, dell’orgoglio di questo meraviglioso GRUPPO. Non una selezione, una Squadra. Orgoglioso di averne fatto parte. Ci abbiamo provato, 0 rimpianti per le partite giocare alla pari con Nazionali più blasonate di Noi. Grazie agli italiani che ci hanno sostenuto, incitato, emozionato e grazie anche a quelli che non aspettavano altro che l’uscita di questa Grande Nazionale. Grazie perché sarete lo stimolo per continuare a migliorare. FORZA ITALIA, FORZA AZZURRI, VIVA GLI ITALIANI”

Beh dopo queste parole, come non perdonargli il rigore sbagliato nella fase finale della partita con la Germania?

D’altronde lo stesso Bonucci , sempre con un rigore, ci ha permesso di ristabilire il pareggio durante il primo tempo , permettendoci così di giocare una partita degna di nota, in cui gli azzurri hanno messo in campo tutto il loro orgoglio e hanno cercato di portare a casa il risultato.

La lotteria dei rigori

Del resto si sa che i rigori sono una vera e propria lotteria e se a questo aggiungi l’emozione, la responsabilità di un risultato, accade anche che si possano fare degli erroracci madornali.

Uno fra tutti quello di Zaza, che sarà ricordato, non come un rigore ma come il balletto alla moonwolker da fare invidia a Michael Jackson!!!

Tuttavia adesso fare un processo su come poteva andare è del tutto inutile, chiaramente si può sempre migliorare .

Infatti la Nazionale che è rientrata ieri con un volo charter è stata accolta trionfalmente, o quantomeno con affetto da circa 300 tifosi , all’aeroporto di Milano Malpensa prima e Fiumicino dopo.

Il più acclamato è stato sicuramente  il ct Antonio Conte che quasi commosso ha ringraziato tutti facendosi largo tra la folla festante.

E così finisce per l’Italia , Euro2016 !

Niente è perduto, ci aspettano i mondiali.. e chissà!!

CONDIVIDI