“Io sono Libero” – La storia dell’imprenditore Libero Grassi il 29 agosto su Rai Uno –

Un uomo coraggioso che non si è mai piegato alla brutalità della mafia: questo era l’imprenditore siciliano Libero Grassi, barbaramente ucciso nel 1991.

Un uomo che non è sceso a compromessi con il potere criminale, e che ha pagato lo sprezzo per minacce ed omertà altrui con la morte.

La Rai vuole omaggiare questo grande uomo mandando in onda il 29 agosto su Rai Uno alle ore 21:20 l’omonimo film.

La scelta della data di messa in onda del docu-film non è affatto casuale.

Il 29 agosto 1991, infatti, è il giorno in cui la mafia ha dimostrato di aver paura del coraggio di Libero Grassi.

A distanza di 25 anni, dunque, verranno mostrate:

  • le minacce subite dall’imprenditore;
  • il suo deciso NO alla mafia;
  • l’omertà e la paura della borghesia palermitana;
  • la morte di Libero Grassi, voluta dai boss di Cosa Nostra.

Trama

Il film ricostruisce gli ultimi otto mesi di vita dell’imprenditore, prima di essere assassinato da Cosa Nostra nel 1991.

Le vicende vengono raccontate nel film dal punto di vista di un giovane giornalista di nome Marco, personaggio inventato nella serie.

Otto mesi in cui Grassi combatte non solo contro il clan Madonia, ma anche contro i preconcetti e le abitudini della borghesia imprenditoriale palermitana.

Omertà e paura dei cittadini costeranno a Libero prima l’isolamento e subito dopo la condanna a morte.

I fatti sono ricostruiti soprattutto grazie all’ausilio di documenti, immagini dell’epoca e interviste.

Il set e gli attori

Giacca color tortora, cravatta a righe, occhiali e viso affilato: eccovi la fedele descrizione dell’imprenditore palermitano.

Come set del film è stato scelto il Palazzo delle Aquile.

Tra gli attori, incontriamo:

  • Adriano Chiaramida, alias Libero Grassi;
  • Alessio Vassallo nei panni del giornalista ‘immaginario’ Marco;
  • Alessandra Costanzo, che interpreta Pina, la moglie dell’imprenditore.

Ruolo importante è destinato anche a Stella Egitto che interpreta una collega di Marco e lo aiuta nel raccontare tutti i fatti.

Lunedì sera, non perdete questo importante docu-film e sintonizzatevi su Rai Uno alle 21.20.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLe frasi più vergognose dette dai “vip” sul terremoto. Il web in rivolta!
Prossimo articoloUn Detective in corsia, su Rete 4!
mm
Sono una web writer in erba ed un'aspirante copywriter. Da sempre subisco il fascino delle parole in tutte le sue forme: forse non è un caso che il mio nome (Eufemia, dal greco “ eu phemì ” = colei che parla bene) contenga un verbo che significa 'parlare, dire, raccontare, etc'. Scrivere, infatti, rappresenta una delle mie più grandi passioni assieme al canto, alla musica ed ai viaggi. Sono una vera divoratrice di pellicole cinematografiche, amo i ‘courtroom drama’ - i film che si svolgono prevalentemente nelle aule di giustizia - e tutti i thriller. Per me, attori come Al Pacino, Robert De Niro e Jack Nicholson sono mostri sacri del cinema. Le serie tv che non smetterei mai di rivedere, invece, sono ‘Gomorra’, ‘How to get away with murder’ e ‘Lie to me’ (anche se vorrei trovare il tempo per vedere ‘House of cards’ e ‘Mad Men’).