Le Iene, caso Cucchi: le interviste ai testimoni chiave | Video

iene cucchi

Nei giorni scorsi il caso Cucchi si è clamorosamente riaperto dopo la testimonianza di uno dei cinque carabinieri imputati, Francesco Tedesco. Quest’ultimo, in udienza, avrebbe ammesso: “È stato un pestaggio, un’azione combinata. Prima un calcio violento, poi botte alla testa”. Tedesco ha accusato due sue colleghi, Raffaele D’AlessandroAlessio Di Bernardo. Ieri sera, Le Iene hanno realizzato un servizio sul caso Cucchi, intervistando due testimoni chiave nel processo.

Le Iene, Riccardo Casamassima racconta tutta la verità sulla sera del pestaggio

Uno dei primi a riaprire il caso Cucchi tre anni fa è stato Riccardo Casamassima, carabiniere in servizio la notte in cui sarebbe avvenuto il pestaggio. Casamassima è stato il primo a rompere il muro del silenzio e a cercare di far luce sul caso Cucchi. Intervistato dall’inviato Trincia, ha confessato a Le Iene:

La notte del pestaggio ero in servizio in caserma e incontrai il maresciallo Mandolini, il quale mi disse: ‘È successo un casino, i ragazzi hanno massacrato di botte un arrestato’ e fece il nome di Cucchi”.

Casamassima poi aggiuge:

ho sentito dire da Mandolini che avrebbero dovuto scaricare la colpa di questo pestaggio sulla polizia penitenziaria.

Nel 2014, però, gli agenti della penitenziaria saranno tutti assolti. Fu proprio in quel momento che Riccardo Casamassima decise di rompere il muro del silenzio. Ad oggi, però, Casamassima, è stato rilegato ad una menzione secondaria e il suo stipendio è stato diminuito.

Le Iene, le parole dell’ex moglie di D’Alessandro: “Mi disse che l’avevano riempito di botte”

Trincia de Le Iene ha intervistato anche la ex moglie di Raffaele D’Alessandro, la quale ha confermato la versione di Casamassima e di Tedesco:

Dopo aver visto il servizio al telegiornale, mi disse: ‘C’ero pure io là, quante gliene abbiamo date…

Il racconto della donna poi prosegue descrivendo la sua vita accanto al carabiniere, che era molto geloso e addirittura avrebbe tentato di scaraventarla dalla finestra. La donna, dopo molto tempo, ha trovato la forza e il coraggio di distaccarsi dall’uomo e creare una vita senza di lui.

mm
Diplomato al Liceo classico, frequento il terzo anno del Cdl in Lettere moderne. Sono Giornalista pubblicista da aprile 2017 e scrivo principalmente di calcio, anche se in passato mi sono occupato molti di spettacolo, gossip e TV. Scrivere è più che una passione per me e spero che mi seguiate in tanti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here