Laura Pausini e Biagio Antonacci Stadi 2019: “restituire sarà la parola d’ordine”

Laura Biagio Stadi 2019
Laura Biagio Stadi 2019

Laura Pausini e Biagio Antonacci annunciano Stadi 2019, un tour negli stadi italiani per ringraziare il pubblico e per celebrare un’amicizia lunga 25 anni

“Il coraggio di andare” avanti non è mai mancato. Nè a Laura Pausini né tantomeno a Biagio Antonacci che dopo 25 anni d’amicizia hanno deciso di lanciarsi in una grande avventura live. Si tratta di STADI 2019, il primo tour che vedrà Laura e Biagio esibirsi da giugno 2019 in 10 stadi italiani.

Il primo incontro a Sanremo 1993

Il loro primo incontro risale al 1993: allora Laura aveva soli 18 anni e debuttava a Sanremo Giovani con “La solitudine” inconsapevole che con la sua voce avrebbe fatto emozionare e sognare milioni di persone nel mondo. Biagio quell’anno era nella sezione Big del Festival e rimase sorpreso da quella giovane ragazzina che aveva ascoltato cantare più volte nel ristorante Pantaleone di Bologna. “Le mandai un telegramma per dirle che era la migliore” racconta il cantautore in conferenza stampa.

A 25 anni esatti di distanza i due hanno deciso di celebrare la loro amicizia fraterna con un tour importante ed impegnativo che si preannuncia come l’evento dell’estate 2019. Sia Laura che Biagio ci tengono a precisare che l’idea del tour non è nata come qualcosa di commerciale:

Non c’è stato niente di marketing. È un desiderio di tornare alle origini, quasi ai pianobar: siamo due amici che vanno a cantare insieme per le persone che ci hanno portato qua sopra.

Laura e Biagio negli Stadi in nome dell’amicizia

Laura Pausini e Biagio Antonacci sono amici da 25 anni, un’amicizia fraterna come racconta Laura Pausini in conferenza stampa:

Tra di noi c’è un’unione quasi fraterna. Non abbiamo bisogno di spiegarci, lui c’è quando vinco o quando perdo, e questa cosa mi fa sentire protetta.

Un’unione che si percepisce in ogni cosa che hanno fatto insieme. Da “Tra te e il mare” singolo del 2000 in cui Laura ha creduto sin dal primo momento: ” è stata una delle prime volte in cui mi sono ribellata ai discografici che non credevano in quella canzone, io invece la scelsi come primo singolo… avevo ragione”. Poi è stata la volta di “Vivimi” contenuta nel disco “Resta In Ascolto” vincitore del Grammy Awards fino alle recenti “Lato destro del cuore” e “A lei che devo l’amore”.

Sul palcoscenico Laura Pausini e Biagio canteranno sempre insieme, si scambieranno canzoni ed emozioni pronti a condividerle con il loro pubblico. “Sarà uno spettacolo pieno di gioia e di vita. Restituire sarà la parola d’ordine” dice Biagio Antonacci. Al momento non c’è ancora una scaletta, i due si ritroveranno dal 1 al 6 gennaio 2019 in Romagna per studiare la set List da proporre durante i 10 concerti evento negli stadi italiani.

Sicuramente ci sarà “Il coraggio di andare”, il brano che la Pausini ha scelto di condividere con Biagio e pubblicare nella riedizione “Fatti Sentire ancora” in uscita dal 7 dicembre in tutti i negozi di dischi. Un disco importante che ha permesso alla Pausini di vincere il quarto Latin Grammy per la versione spagnola “Hatze Sentir”:

Quando hanno detto il mio nome mi sono sentita la bandiera tricolore addosso: in questi ultimi anni sono diventata più fragile, sento bisogno di protezione e carezze, e ne ricevo molte dal pubblico, non sempre da chi lavora intorno a me.

Ecco le dieci date del tour Laura e Biagio Stadi 2019:

  • 26 giugno Stadio San Nicola di Bari
  • 29 giugno Stadio Olimpico di Roma
  • 4 luglio Stadio di San Siro a Milano
  • 8 luglio Stadio Artemio Franchi di Firenze
  • 12 luglio Stadio Dall’Ara di Bologna
  • 17 luglio Stadio Olimpico di Torino
  • 20 luglio Stadio Euganeo di Padova
  • 23 luglio Stadio Adriatico di Pescara
  • 27 luglio Stadio San Filippo di Messina
  • 1 agosto alla Fiera di Cagliari
Testardo, sognatore, ironico, logorroico, attento osservatore e curioso all'ennesima potenza. Campano di origini, ma alla continua ricerca del suo posto nel mondo si laurea in Scienze Politiche e contemporaneamente completa il percorso per diventare Giornalista Pubblicista. Consumatore di dischi, tele-dipendente, appassionato di cinema e serie tv. Diverse le collaborazioni: dalla carta stampata fino al passaggio al giornalismo online.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here