Lady Diana – A 20 anni dalla morte, in tv un documentario raccontato dai suoi figli

Diana, storia di una madre

Il 31 agosto 1997 moriva l’amatissima Lady D, principessa del popolo, icona di bellezza e generosità.

A quasi 20 anni da quel tragico incidente che le costò la vita, la Gran Bretagna ha voluto ricordarla con un documentario, trasmesso lunedì 24 luglio sul canale inglese ITV e dal titolo Diana, our mother: her life and legacy (Diana, nostra madre: la sua vita ed eredità).

William ed Harry, narratori del documentario di Lady Diana

Lady Diana william e harry

Durante tutti questi anni, e anche prima della scomparsa di Diana, sono stati prodotti numerosi film e documentari.

Dal matrimonio con Carlo, agli scandali, al divorzio, alle visite di beneficienza della principessa, alla depressione e bulimia, al nuovo amore. Fino alle varie ipotesi sulla causa dell’incidente, complotti di corte compresi.

Questa volta, come si può intuire dal titolo del nuovo documentario, Diana è raccontata e ricordata con gli occhi (e il cuore) dei suoi due amati figli: William ed Harry.

Quindi una Lady D descritta non come principessa, ma come mamma.

Ricordi e foto inedite dall’album di famiglia di Lady Diana

Per la prima volta insieme a ricordare pubblicamente la loro mamma, il Duca di Cambridge e Henry del Galles, hanno sfogliato gli album di famiglia e commentato le foto, alcune inedite, raffiguranti loro da bambini assieme a Diana.

Lady Diana

Se per la gente “fuori” Diana Spencer era “la principessa triste”, per i suoi figli era l’allegria in persona, a volte birichina, dalla risata travolgente.

Lady Diana

Era una ragazzina lei stessa.

Tutto quello che sento è la sua risata in testa, quella specie di risata pazza che era felicita’ pura disegnata sul suo volto.

Mi diceva sempre: “puoi essere disubbidiente quanto vuoi, basta che non ti fai beccare!”

Queste le parole del fratello più piccolo Harry.

William racconta di un regalo speciale che Diana gli fece al ritorno da scuola: Naomi Campbell, Cindy Crawford e Christy Turlington, le modelle di cui il principino aveva i poster in camera, erano a casa sua!

All’epoca avevo 12 o 13 anni, diventai tutto rosso, non sapevo davvero cosa dire, inciampai e pensai che sarei caduto dalle scale.

William ed Harry, che hanno pochi anni in meno di quelli che aveva la loro mamma quando è morta, ricordano (e rimpiangono) l’ultima telefonata.

Harry ed io avevamo una fretta dannata di salutarla… Se avessi saputo cosa sarebbe successo non sarei stato cosi’ indifferente.

Ricordando oggi quella telefonata, e’ veramente difficile. Dovrò affrontarlo per il resto dei miei giorni, non sapendo che quella sarebbe stata l’ultima volta che avrei parlato con mia madre.

Era il 31 agosto 1997, William ed Harry, all’epoca 15 e 12 anni, erano in Scozia e avevano fretta di chiudere la telefonata con la loro mamma (che si trovava in Francia), per tornare a giocare coi cuginetti. Poche ore dopo, l’incidente automobilistico che la portò via.

Nel documentario per Lady Diana anche Elton John

Nel documentario compare anche il cantante britannico Elton John, che per Diana aveva riadattato e cantato ai funerali una commoventissima “Candle in the wind“, brano del 1973.

Grande amico di Diana, Elton ricorda la principessa con grande affetto, descrivendola anche come “sollievo” per le persone sofferenti. In sua presenza, gli ammalati dimenticavano il dolore; Diana era una ventata di positività e speranza.

Le faceva sentire come se tutto stesse andando bene.

Il suo viso in ogni scatto emanava un positivo e bellissimo amore.

Tutto questo e tanto altro in Diana, nostra madre: la sua vita ed eredità.

Il documentario, andato in onda il 24 luglio in Gran Bretagna, sarà trasmesso in Italia il 31 agosto (20° anniversario della scomparsa di Diana) su Canale 5.

CONDIVIDI