Iqbal – Bambini senza paura: recensione e come rivederlo in replica streaming

Iqbal - Bambini senza paura

In prima visione assoluta, venerdì 17 novembre, Rai 3 ha trasmesso Iqbal-Bambini senza paura, un film d’animazione ispirato alla vera storia di un bambino pakistano.

Di seguito troverete una recensione sul film e, nel caso ve lo foste perso o vogliate guardarlo di nuovo, il modo per rivederlo in streaming.

La triste storia di Iqbal

Iqbal-Bambini senza paura è un film d’animazione di produzione italo-francese, liberamente ispirato alla vita di Iqbal Masih. Nato e cresciuto in Pakistan, il bambino iniziò a lavorare alla tenera età di 4 anni, per poi essere venduto a 5, per un debito, ad un fabbricante di tappeti.

Costretto, come altri bambini, a lavorare come uno schiavo, si ribellò. Venne percosso ma non cedette. Tornò dalla sua famiglia, che fu minacciata e costretta a lasciare il villaggio. Iqbal venne ospitato in un ostello e iniziò a studiare e viaggiare: partecipò a diverse conferenze e divenne il simbolo della lotta contro lo sfruttamento del lavoro minorile.

Le analogie del film con la realtà

Onestamente, credevo di andare incontro ad un cartone animato, come dire, più “soft”. E sebbene il film differisca dalla realtà per il modo in cui Iqbal diventa schiavo, e abbia un lieto fine, sono presenti tantissime analogie.

Scene davvero tristi e “forti”, come gli schiaffi e le punizioni dei bambini nella cosiddetta “cassaforte”, in cui venivano rinchiusi al buio senza acqua e senza cibo. Ci sono poi dettagli, brevi ma intensi, che colpiscono il telespettatore dritto al cuore, come la catena al piede di Iqbal, o le dita sporche di sange (per il duro lavoro) di Maria.

La particolare grafica di Iqbal – Bambini senza paura

La grafica del film è molto particolare, assai lontana da quella che siamo abituati a vedere con i prodotti Disney o DreamWorks. Insomma, il tipico stile francese. Con una particolarità: la doppia grafica.

C’è infatti la storia narrata in un modo, e ci sono i sogni di Iqbal rappresentati in un altro modo, per sottolineare la differenza tra i due mondi.

Un film per bambini grandi

Premettendo che a me personalmente è piaciuto molto, ritengo questo film d’animazione adatto, oltre che ad un pubblico adulto, a bambini grandicelli.

Certe scene sono un pò troppo dure, come dicevo prima, e i più piccoli potrebbero rimanerne “impressionati” e/o non comprenderne appieno il significato.

Dico tutto questo sebbene abbia visto per la prima volta Iqbal con mio figlio di 5 anni, a cui il film è comunque piaciuto tantissimo (… ma, come volevasi dimostrare, si è messo a piangere non per i bambini schiavi bensì per la capretta!).

Conclusioni

Quindi, in sostanza, un film d’animazione insolito ma molto bello: non allegro, certo, non di fantasia come tutti gli altri, ma VERO. La triste realtà che purtroppo subiscono tanti bambini nel mondo.

Consigliatissimo, da vedere coi propri figli (se non sono piccolissimi), per conoscere e conservare una toccante “lezione” di vita.

Iqbal-Bambini senza paura: come vederlo in streaming

Vi siete persi il film per un qualsiasi motivo? nessun problema: potrete rivederlo in streaming con la vostra smart tv, chromecast o Apple TV direttamente grazie alla nostra app GRATUITA Super Guida TV. Tutto quello che dovete fare è scaricare l’app (FREE) per i dispositivi (qui per il download su ANDROID e qui per il download IOS).

Una volta scaricata l’applicazione recatevi nella sezione di ricerca dal menu laterale dell’app e cercate tramite lo strumento di ricerca la parola “Iqbal“. Tra i risultati di ricerca troverete ciò che vi serve.

Il film è possibile rivederlo comodamente dal vostro divano di casa a qualsiasi ora vogliate, è li pronto per il vostro “play”.

mm
Sono Valentina B., classe 1979, marchigiana. Ho un marito e un bimbo bellissimo e faccio la mamma a tempo pieno, il mestiere più duro e più bello del mondo! Mi piace scrivere e sono un'appassionata di libri, soprattutto romanzi. Amo il cinema e la televisione. Sono una nostalgica : adoro rivedere i vecchi film e programmi della mia infanzia e adolescenza e mi commuovo sempre!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here