[Intervista Esclusiva] Eleonora Giorgi: “Vorrei interpretare personaggi, in cinema e fiction, fino alla fine. E diventare presto nonna”

Eleonora Giorgi, icona del cinema italiano, una sex symbol nota per le pellicole cult degli anni ’70 e ’80, si racconta, in un’intervista esclusiva a SuperGuidaTv.

Impegnata in una nuova esperienza che la vede scrittrice di: “Nei panni di un’altra”, appena uscito e disponibile in tutte le librerie narra le sue vicende private e artistiche.

Racconta quei precari equilibri in cui ha sempre vissuto tra gioie e dolori, successi e delusioni, tanto nella vita privata tanto in quella professionale

Eleonora Giorgi, attrice, regista, sceneggiatrice, ora anche scrittrice: è già in tutte le librerie il suo Libro “Nei Panni di Un’altra”, come mai quest’idea del libro? E perché proprio la sua vita?

La mia vita è pubblica da quarantatré anni, e con le sue luci e ombre è stata divulgata su ogni media e spesso giudicata, al di là del riscontro della mia opinione… sentivo il bisogno di fornire il mio resoconto delle molte vicende, pubbliche e private, che l’hanno resa tanto densa e intensa.

14125609_1194563980585008_8084738509347033009_o

 

E’ stata un’icona sexy per molto tempo. La bellezza è un punto di partenza, però poi si deve dimostrare altro.. cosa pensa in merito? Qual è il suo rapporto con il trascorrere del tempo?

La bellezza è un dono di Dio, o di chi per lui, e la casualità con la quale viene distribuita dovrebbe renderla ancora più preziosa per chi l’ha ricevuta… va conservata e rispettata.

Ma non cristallizzandosi in un’immagine aliena dalla realtà… Il passare del tempo non renderà brutta una donna che era bella, e che ha coltivato buone abitudini e bei sentimenti.

Che rapporto ha con la televisione? La segue, o ne fa volentieri a meno? Se si, che programmi le piacciono?, quali le suscitano interesse?

Guardo una volta sola tutte le novità, fa parte del mio lavoro, poi eventualmente scelgo… ma la Tv non è il mio intrattenimento preferito… mi piace la sera, se da sola… Montalbano, Fazio, Baudo, la Gabanelli, Pechino Express, Sky arte, alcuni film… ma in maniera limitata.

Se le proponessero di partecipare ad un Reality, magari come hanno fatto il suo ex marito Massimo Ciavarro e suo figlio Paolo, accetterebbe?

In effetti in prima battuta era stato proposto proprio a me, in coppia con Paolo… l’idea mi aveva affascinata, ma nel configurarla realisticamente mi ero resa conto di non avere le caratteristiche giuste… Non credo quindi che in futuro potrei modificare le mie attitudini, e diventarne capace! Un talent invece perché no?

Cosa pensa del cinema italiano oggi? C’è qualche regista in particolare con il quale le piacerebbe lavorare?

Domanda impegnativa… mi sembra che il cinema si sia adattato ai nuovi contenuti dell’intrattenimento (ma anche della cultura) dei nostri giorni… Il nostro cinema glorioso era fondato su un pensiero e sulla scrittura, il valore e il significato della storia predominavano.

Adesso il cinema è un cantore di questa realtà omologata e un po’ noiosa… Quest’anno però ho molto amato “Alaska” di Claudio Cupellini, e “Geeg robot d’acciaio”, di Gabriele Mainetti… è con loro che mi piacerebbe lavorare, ma anche, molto, con Checco Zalone!

Ci ha fatto una bellissima sorpresa con questo nuovo lavoro del libro, c’è in progetto anche di tornare sul grande schermo? 

L’altr’anno ho girato tre film, in ruoli di mamma, di nonna, di moglie… appendici. Bisogna impegnarsi per una nuova immagine della donna matura nello spettacolo, e attribuire un peso più consistente a questa categoria di persone, che ne rispecchi la mutata realtà oggettiva e professionale!

Nel suo libro parla di una donna alla ricerca di un grande amore.

”…Eppure, forse preda di un’illusione, avevo un dirompente desiderio di amore intenso e assoluto, romantico e travolgente, con le sue tante emozioni e coi suoi sentimenti, e non avevo saputo contrastarlo…” Lei oggi, è innamorata?

Serenamente. Ho rincontrato un amore dei tempi giovanili e ci siamo scoperti liberi e felici di stare insieme… staremo a vedere.

C’è qualche domanda che nessuno le ha mai fatto e che le piacerebbe le fosse rivolta? In breve, ci vuole dire qualcosa per conoscerla ancora più a fondo?

Spesso lotto contro i mulini a vento, oppure mi accontento di un debole segnale per illudermi e aspettarmi il meglio. In più mi piacerebbe che il giorno durasse venti ore e altrettante la notte, la vita scorrerebbe meno freneticamente… Insomma, l’isola che non c’è!

Eleonora Giorgi, cosa farà da “grande”?

Vorrei interpretare personaggi, in cinema e fiction, fino alla fine. E diventare presto nonna.

Un immenso GRAZIE, da parte mia e di SuperGuidaTv a questa grande artista, alla donna  Eleonora: semplice, disponibile, Unica!

CONDIVIDI
Articolo precedenteLapo Elkann dopo i vari scandali dice addio alla “vita social” : “Voglio vivere nella vita reale anziché virtuale”
Prossimo articoloIntervista a Cristina Donadio (Scianel di Gomorra 2): “Mi piacerebbe girare un film su persone che abbiano più di 60 anni”
mm
Mi piace leggere, seguire tv, cinema, spettacolo, gossip, politica, e mi piace sognare... Amo tutto ciò che è latino/americano infatti via web seguo programmi americani e argentini.Odio le persone invadenti e stupide, ipocrite e bigotte, cattive e invidiose .Che non ti guardano mai negli occhi perchè sono impegnate a guardare altrove, magari ad imparare a memoria i vestiti che indossi. Quelle che ti interrompono mentre parli e che pensano che il mondo giri intorno a loro.. Quelle che pensano di sapere tutto, e di avere la verità in tasca. A quelli che si ammantano di luce e di saggezza, ma che in definitiva sguazzano nella loro m..... che, a loro dire, puzza meno di quella degli altri. Detesto l' ipocrisia in tutte le sue sfumature.Detesto la lealtà politica(non ve ne è nessuna) Amo le persone schiette, dirette, che non hanno paura di prendere posizione anche se risulta molto impopolare. Amo la sincerità, anche se fa male . Il rispetto, sopra ogni cosa è qualcosa di nobile e seducente che suscita un interesse immediato..