“Danza con me”, intervista esclusiva a Roberto Bolle: “La televisione mi piace molto ma la danza rimane il mio fulcro”

Roberto Bolle

Anche quest’anno la Rai ha deciso di inaugurare il nuovo anno all’insegna della danza. A fare ancora una volta gli onori di casa l’étoile Roberto Bolle che accompagnerà gli spettatori in un altro imperdibile appuntamento di “Danza con me” arrivato alla quarta edizione. ad accompagnarlo sul palco tantissimi ospiti, da Vasco Rossi a Diodato, da Michelle Hunziker a Miriam Leone. In questa intervista, rilasciata in esclusiva a SuperGuida TV, Roberto ci ha dato qualche anticipazione in più sulla nuova edizione dello show. A partire da Vasco Rossi che per l’occasione salirà sul palco per presentare la sua nuova canzone dal titolo “Una canzone buttata via”. Roberto ha in serbo un’altra importante novità. Quest’anno si cimenterà anche nel canto e per questo suo “strano” debutto ha voluto accanto a sé Michelle Hunziker nei cui confronti ha speso bellissime parole: “Amo Michelle da sempre e ogni volta che ci siamo incrociati ci siamo detti che dovevamo fare qualcosa insieme. L’ultima volta che l’ho incontrata, su un treno, le ho semplicemente detto che era arrivato il momento e che avevo delle idee che volevo assolutamente realizzare con lei. Il suo entusiasmo è contagioso. La sua bravura unica. Non ci sono molti artisti come lei. Ha un’energia incredibile. Per cui con lei me la sono sentita anche di cantare”, ha puntualizzato.

Una grande soddisfazione per Roberto Bolle che si è detto entusiasta del risultato considerando che gli ospiti hanno dimostrato una gran voglia di sperimentare e di mettersi in gioco uscendo dalla loro comfort zone. Abbiamo chiesto a Roberto se la televisione è nel suo futuro e lui ha confermato pur chiarendo che vorrebbe mantenere il focus sulla danza. Dopo le voci di un suo addio alle scene, Roberto ci ha tenuto a smentire svelando i suoi prossimi piani. Nonostante la situazione, si dice ottimista per il futuro pur prendendo atto della gravità della situazione in cui versa il mondo della cultura e dello spettacolo. Roberto ci confida di avere tanti sogni riposti in altrettanti cassetti. Noi gli auguriamo di poterli realizzare perché la sua danza non solo ci regala intense emozioni ma ci fa planare sulle ali della fantasia regalandoci quella leggerezza di cui mai come adesso tutti abbiamo bisogno.

Intervista esclusiva a Roberto Bolle, in onda su Rai 1 l’1 gennaio 2021 con Danza con Me

Roberto, il 1 gennaio approderà in prima serata con la quarta edizione di “Danza con me”. Quest’anno è riuscito a trascinare sulla pista anche Vasco Rossi. Come è riuscito a convincerlo? C’è una canzone di Vasco Rossi che ha fatto da colonna sonora della sua vita? 

L’ho invitato e lui incredibilmente mi ha detto di si. E ci ha fatto un regalo bellissimo: la sua nuova canzone “Una canzone buttata via” che uscirà proprio il 1° gennaio del 2021 e sarà la nostra sigla su cui danzerò con Virna Toppi, Agnese Di Clemente e Gioacchino Starace a rappresentare l’amore in tutte le sue forme. Un abbraccio universale sulle note di una ballata emozionante, travolgente. Il rock e la danza classica hanno molto più in comune di quanto non si possa immaginare. Per quanto riguarda la mia canzone preferita di Vasco Rossi non ce n’è una in particolare ma sono moltissime. È questa la forza della musica di Vasco: riesce sempre a diventare ricordo intimo di un periodo, di un amore, di uno stato d’animo. 

La novità più grande è che non ballerà soltanto ma canterà anche in coppia con Michelle Hunziker. La conosceva già di persona? Cosa l’ha più colpita di lei? 

Amo Michelle da sempre e ogni volta che ci siamo incrociati ci siamo detti che dovevamo fare qualcosa insieme. L’ultima volta che l’ho incontrata, su un treno, le ho semplicemente detto che era arrivato il momento e che avevo delle idee che volevo assolutamente realizzare con lei. Il suo entusiasmo è contagioso. La sua bravura unica. Non ci sono molti artisti come lei. Ha un’energia incredibile. Per cui con lei me la sono sentita anche di cantare.

Nel corso di queste edizioni si sono alternati tanti personaggi famosi. Qual è stato l’ospite che più l’ha stupita? C’è stato un ospite che invece avrebbe voluto avere e che finora non è riuscito a portare nello show?

Allora ci sono ancora tanti tanti ospiti con cui vorrei duettare e non vedo l’ora di lavorarci. Per quanto riguarda quelli che sono già stati con noi, ho un ricordo bellissimo di tutti perché è ormai un dato acquisito che quando vengono a Danza con Me accettino di uscire dalla loro comfort zone e sperimentare. Devo dire che forse questo è l’anno in cui tutti gli ospiti sono stati più generosi e non ho paura a dire che il risultato mi sembra bellissimo. 

Qual è stata la soddisfazione più grande di questa avventura televisiva? 

Ce ne sono molte. In primis i temi che abbiamo trattato e come lo abbiamo fatto. Sublimando la realtà la danza è un’arte in grado di veicolare i messaggi più forti e nei modi più diretti pur coinvolgendo tutti i sensi. Gli ospiti sono stati un’altra grande soddisfazione. Ci siamo divertiti, insieme e abbiamo osato tutti e ne siamo rimasti entusiasti contagiandoci l’uno con l’altro. Li voglio ricordare tutti perché è importante. Oltre a Vasco abbiamo altri cantanti eccezionali come Ghali e Diodato. L’incredibile Michelle Hunziker e poi ancora Fabio Caressa. Tutti entusiasti e disposti a uscire dalla loro comfort zone per sperimentare con noi. E poi abbiamo una coppia, anzi un trio inedito per la conduzione di cui sono entusiasta: Francesco Montanari e Stefano Fresi accompagnati dalla bellissima Miriam Leone. Si è creato un feeling sul palco che non avrei mai sperato. A questa conduzione il compito sia di tenere le fila del programma, ma anche di alleggerire con una ironia e una leggerezza che ricordano la bella televisione, elegante e divertente al tempo stesso di qualche tempo fa. 

La danza è la sua vita. In questi anni però ha dimostrato anche di saper stare sul palco in veste di conduttore. Per il futuro, ci ha fatto un pensierino? La televisione è nei suoi piani?

Fare televisione mi piace molto, ma tenendola sempre legata alla danza, il mio focus è sempre quello. 

Ha smentito le voci di un suo prossimo addio alle scene. Quando però pensa a quel momento come se lo immagina? Le peserà non essere più al centro del palcoscenico? 

La mia musa è la danza non il palcoscenico, anche se il palco in questo periodo manca a noi artisti come l’aria. Non so ancora quando mi ritirerò dalle scene ma sicuramente nella mia vita ci sarà ancora la danza, probabilmente come insegnante, direttore artistico, ideatore di eventi e progetti che abbiano sempre la diffusione di questa bellissima arte. E del resto da anni porto avanti progetti in cui ricopro tutti questi ruoli come OnDance o Danza con me. A gennaio poi usciranno delle Masterclass per TimVision in cui mi vedrete per la prima volta nel ruolo di insegnante.

In quest’anno un altro evento dirompente, il movimento Black Lives Matter, ha toccato anche la danza. Cosa pensa delle rivendicazioni di inclusione nel balletto classico?

Io penso che i tempi siano maturi perché ci si guardi tutti al di là delle diversità al centro. Ne parliamo a Danza con Me di quest’anno con un pezzo fortissimo di questo meraviglioso  ballerino che è Carlos Kamizele grazie al quale l’Italia è diventata campione del mondo di street dance qualche anno fa e ancora non gli riconosce la cittadinanza. E ne parliamo anche grazie allo splendido supporto di Ghali, artista eccezionale e generoso che ci ha portato un brano bellissimo dell’attivista Maya Angelou. 

Ora come immagina il futuro della danza, e il suo? Riesce ad essere ottimista?

Bisogna essere ottimisti soprattutto in questi momenti avversi. Vero è che sono emerse molte falle nel sistema dello spettacolo in generale che hanno lasciato in gravissime difficoltà migliaia di famiglie e piccole e grandi realtà artistiche fondamentali per il benessere culturale di questo Paese. Bisogna essere ottimisti, ma bisogna anche rimboccarsi le maniche. 

Ce l’ha un sogno nel cassetto?  

Ho molti sogni, in molti cassetti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here