I Medici 3: saltano alcune riprese della fiction?

i medici

Paiono esserci problemi per le nuove riprese de I Medici 3. La nuova stagione dell’amatissima fiction di Rai 1 subirà un ritardo? Non è ben chiaro cosa deciderà di fare la produzione, certo è che i recenti fatti di cronaca hanno creato qualche piccolo disagio agli attori e a chiunque lavori alla serie tv. Cosa è accaduto?

I Medici 3: negate le riprese nella chiesa di Pienza

I Medici 2 non è ancora andato in onda e si parla già dei problemi legati ai permessi per le puntate della prossima stagione. Secondo i primi annunci il ciak è previsto per settembre prossimo, ma alla luce dei recenti fatti la troupe potrebbe doversi riorganizzare in fretta. I fan si chiedono cosa sia successo e cosa accadrà nei prossimi mesi. Ecco le ultime news.

Le riprese delle scene funebri all’interno del duomo di Pienza, la città di Papa Pio II, potrebbero saltare. Il motivo? Il parroco del duomo, come riportato da La Nazione, ha negato l’utilizzo della chiesa alla troupe televisiva. Come mai?

Ebbene il rifiuto del parroco nel prestare il duomo è giunto dopo che, a causa di un altro spettacolo, proprio nella chiesa si sono cambiate d’abito, denudandosi, alcune ballerine. I protagonisti di Gesù Superstar non hanno rispettato, a quanto si apprende, il luogo di culto facendo infuriare don Antonio Malacarne.

Nonostante fossero, a quanto pare, già stati presi accordi per sette giorni di riprese, in cui la troupe de I Medici 3 si sarebbe spostata fra il duomo e  Palazzo Piccolomini, ma anche in altre location della cittadina, il rifiuto del parroco ha mescolato le carte in tavola.

Per il sindaco, secondo quanto riportato dalla stampa, ma anche per la Fabbriceria della Chiesa di Pienza, proprietaria del Duomo, non vi erano problemi nel procedere alla registrazione della fiction targata Lux Vide. Per il parroco, invece, sì.

I Medici 3 riprese negate: cosa succederà ora?

Il sindaco ha detto di voler incontrare il parroco per poter discutere con lui in merito alla decisione presa e comprendere se ci possano essere margini per un ripensamento. Ciò che è chiaro è che sicuramente le riprese, almeno per ora, non potranno essere effettuate e la produzione dovrà attendere i prossimi sviluppi o cercare una soluzione alternativa.

Nel frattempo a Pienza i cittadini si sono divisi a metà ed è scoppiata una forte polemica.

Da un lato c’è chi si è scagliato contro il parroco sottolineando l’importanza di poter finire in prima serata su Rai 1 per un ritorno economico importante. Diventando protagonista di una fiction così seguita, infatti, Pienza potrebbe attirare turisti e mostrare a tutti le sue bellezze.

Dall’altro ci sono, però, anche cittadini che concordano con il prete ed evidenziano l’importanza di accogliere, in luoghi di culto, solo concerti di musica classica o spettacoli ad hoc.

I Medici 3: le parole del parroco

Dopo il polverone che si è sollevato il parroco del duomo di Pienza ha tenuto a precisare le sue ragioni scrivendo: “Premetto che non ho nulla contro la Lux Vide e con le attività che da anni promuove; che apprezzo e condivido la decisione dell’Amministrazione comunale di autorizzare a Pienza le riprese della nuova serie de “I Medici”, riprese che sicuramente promuoveranno nel mondo le bellezze della nostra Città“.

Nel messaggio si legge anche: “profondamente rispettoso delle decisioni che vorrà prendere in merito la Società Pie Disposizioni di Siena, che gestisce il palazzo Piccolomini; come parroco della Parrocchia dei Santi Vito e Modesto, che ha sede nella Chiesa Concattedrale di S. Maria Assunta in Pienza, confermo ulteriormente la decisione presa di non autorizzare l’utilizzo del Duomo e di qualsiasi altra chiesa di mia competenza, indipendentemente da ogni considerazione economica, per attività al di fuori delle funzioni liturgiche e rimando al cap. 9 dell’IMA 2005 della CEI“.

Insomma nel luogo di culto, d’ora in poi, si pregherà soltanto. Niente più spettacoli e niente più ballerine desnude.

mm
Sono una giornalista pubblicista e amo la televisione, anche i programmi trash. Una mia prof del liceo mi ha insegnato che bisogna avere la mente aperta e guardare sempre tutto. C’è un tempo per ogni cosa: un tempo per  un bel documentario, un tempo per un talk polito e un tempo per Gemma e Giorgio o il GF Vip.   Potrei riguardare all'infinito le puntate di Grey’s Anatomy e Una Mamma per amica. Divisa fra Emilia Romagna e Abruzzo, amo viaggiare e scoprire piccoli angoli di Paradiso anche se il mio habitat naturale è la spiaggia.