Enzo Ferrari: la sua leggenda in seconda serata

Ferrari è un marchio che non ha bisogno di presentazioni, perché incarna al 100% l’italianità e le potenzialità del Belpaese.

Stasera a “Correva l’anno“, in onda su Rai 3 alle ore 22.45, si parlerà di colui che ha contribuito a tutto ciò, fondando la celeberrima casa automobilistica del cavallino rampante, Enzo Ferrari.

Di lui si rivelerà il profilo pubblico e quello privato, il grande imprenditore che ha conquistato 15 volte il titolo piloti (9 delle quali mentre era ancora in vita) e 16 quello costruttori in Formula 1, ma anche l’umanità nascosta dietro i pesanti occhiali scuri che amava indossare.

A raccontare la sfera privata di Enzo durante la trasmissione sarà il figlio Piero, nato da una relazione extra coniugale con Lina Lardi.

Al centro ovviamente la nascita della Ferrari all’interno dell’Alfa Romeo nel 1929, poi la costruzione del mitico stabilimento di Maranello nel 1943, il primo titolo di Campioni in Formula Uno, arrivato nel 1952 con Alberto Ascari alla guida, il rapporto con il disegnatore Pininfarina, dalla cui penna sono nate quelle linee e quelle forme dinamiche che hanno stregato il mondo.

Sotto esame anche le relazioni professionali e umane che il patron del cavallino rampante coltivò con i grandi piloti del tempo che corsero per la scuderia modenese: dal già citato Ascari al mai dimenticato Nuvolari, da Niki Lauda a Gilles Villeneuve, padre di quel Jacques che è tutt’oggi l’unico canadese ad aver vinto il titolo piloti in Formula 1 nel 1997.

In studio si affronterà anche il legame instauratosi fra Enzo Ferrari e l’altro simbolo per eccellenza dell’imprenditoria italiana, l’avvocato Gianni Agnelli, guida della FIAT.

Come di consueto, il giornalista Paolo Mieli dirà la sua sulla figura e sulla persona di Ferrari.