Il Collegio 2: resoconto della prima settimana – I peggiori e i migliori, le punizioni, le crisi

Il Collegio 2

Chi di voi ha visto la prima puntata de Il Collegio 2? Io, per la prima volta, ho seguito questo reality, devo dire con curiosità, ma anche con divertimento misto sgomento!

Non è facile per i ragazzini di oggi essere catapultati nella scuola del 1961, ma quanta maleducazione (o solo voglia di mettersi in mostra?)!

Assenza totale di regole, spavalderia, insomma molti di loro sono dei veri e propri ribelli! (e ascoltare i genitori che quasi vanno fieri di questi figli bocciati più volte, che stanno sempre fuori, che comandano in casa, che vanno in giro con la carta di credito del padre… non è proprio il massimo).

Ma veniamo per ordine…

Il Collegio 2, l’arrivo a scuola

Quest’anno, l’ambientazione “storica” del reality è il 1961, centenario dell’Unità d’Italia.

Come nell’edizione precedente, la voce narrante è quella di Giancarlo Magalli che, racconta, nel 1961 aveva 14 anni, 81 persone su 1000 avevano il telefono e le rigide regole della sua scuola erano esattamente quelle del reality in questione.

I 18 alunni arrivano al Collegio Convitto di Celana (Caprino Bergamasco), dove dovranno permanere per 4 settimane. Dopo aver salutato (fra lacrime e raccomandazioni) i genitori che li hanno accompagnati, i 9 ragazzi e le 9 ragazze fanno la conoscenza dei due sorveglianti, gli stessi della prima edizione: Lucia Gravante e Luigi Ferrari.

Il Collegio 2

“Saremo noi a occuparci di voi”, dicono i due severi sorveglianti agli studenti, e li accompagnano in aula magna a conoscere il preside Alberto Faverio.

Il Collegio 2, il “patto di fiducia” e il taglio di capelli

I sorveglianti stipulano un “patto di fiducia” coi 18 collegiali, facendosi recapitare smartphone, tablet, cuffie, trucchi, profumi e tutto ciò che è vietato nella scuola anni ’60.

Ovviamente qualcuno fa il furbo.

Nelle camerate, suddivise in femminili e maschili, gli studenti indossano per la prima volta le loro divise, tra difficoltà ad annodare le cravatte per i ragazzi e lamentele varie su gonne e scarpe per le ragazze.

E arriva il tanto temuto taglio di capelli, perchè si sa, ci si deve adeguare al 1961 e le capigliature devono essere ordinate! E così, tra smorfie di dolore e lacrime, le folte chiome vengono sforbiciate.

“Sacrilegio” per Dimitri, che va fiero del suo ciuffo e la cui unica preoccupazione è quella di venire bene in foto.

Tristezza per Nagga, adottato nel 2008, che ha 88 lunghi rasta che rappresentano le sue radici. Fortunatamente ottiene di tagliarli solo un pò.

Ma c’è anche chi è contento: Camilla, la più piccolina (13 anni), ne approfitta perchè mamma non ha mai voluto tagliarle i capelli. E chi si ribella: Arianna punta i piedi e dice no, ma finisce dal preside che le da l’ultimatum ” O ti tagli i capelli e fai la foto di gruppo, o te ne vai”; la ragazza accetta.

Il Collegio 2, la prima cena e la prima notte

La refezione scolastica del 1961 non è molto invitante, così gli alunni, durante la prima cena in collegio, si ritrovano a dover mangiare piede di maiale con patate (si saprà poi che ci saranno anche rane, interiora, ecc!).

Durante la prima notte, nel dormitorio femminile si fanno discorsi profondi: si parla di religione e la più “motivata” è Ginevra, che frequenta sin da piccola l’oratorio (“Il mio motto nella vita è amare”).

Nelle serate successive non mancano escursioni notturne da una camerata all’altra.

E nasce il primo “amore”: Roberto e Michelle.

Il Collegio 2, prima giornata di lezione

La prima giornata comincia presto: sveglia alle 7 con campanella in mano ai sorveglianti e 10 minuti per lavarsi, vestirsi e rifare i letti; seguirà ispezione della Gravante e di Ferrari.

Prima di colazione, un bel cucchiaio di olio di fegato di merluzzo, poi si iniziano le lezioni!

I ragazzi fanno la conoscenza dei professori:

  • Andrea Maggi (Italiano e Latino) – li sottopone a prove d’ingresso (dettato e tema, ovviamente usando le penne stilografiche);
  • Massimiliano Fiocchi Malaspina (Musica e Canto corale) – gli fa intonare “Nel blu dipinto di blu”;
  • Maria Rosa Petolicchio (Matematica e Scienze) – fa eseguire una prova scritta con calcoli matematici e studiare un cervello;
  • Luca Raina (Storia e Geofrafia) – la prova scritta di geografia consiste nell’indicare su una cartina le capitali europee, quella orale di storia nel riconoscere alcuni personaggi storici;
  • Fabio Caccioppoli (Educazione fisica e tecnica) – insegna ai ragazzi maschi come riparare la camera d’aria di una bicicletta;
  • Berta Corvi (Francese) – mentre lei tiene la lezione completamente parlata in francese, in aula regna il caos più totale.

La sorvegliante Lucia Gravante tiene una lezione di Economia domestica alle ragazze, con dei bambolotti da accudire, cullare e lavare.

Il Collegio 2, prime crisi e prime punizioni

Le prime crisi di nostalgia non tardano ad arrivare e succede ai più piccoli del gruppo: Camilla e Davide.

Camilla scoppia in lacrime durante la prima cena al collegio perchè le mancano papà e mamma, che sente abitualmente tutti i giorni.

Davide, durante una serata tutti insieme, concessa dai sorveglianti, si isola in camera perchè si sente escluso; lo raggiunge Gabrielle, un ragazzo davvero sensibile, dolcissimo e generoso (lo ha dimostrato anche nella telefonata ai genitori), che rassicura Davide e lo convince a tornare nel gruppo.

I sorveglianti trovano gli oggetti nascosti dai ragazzi durante il “patto di fiducia”: cellulari, cibo, schiuma per capelli, ecc. La punizione è d’obbligo: i colpevoli dovranno svolgere un lavoro agricolo per sistemare un pezzo di giardino, quindi zappare la terra ed estirpare erbacce.

Dopo un pò, 4 su 6 scappano dentro, ma vengono sorpresi. Arianna viene accusata di essere l’ideatrice della fuga e viene “reclusa” da sola in una stanza fino a decisione definitiva.

Il Collegio 2, bilancio prima settimana

Il preside Faverio comunica agli sudenti il bilancio della prima settimana: negativo sia per l’impegno scolastico sia per il comportamento.

I due peggiori della settimana sono:

  • Giuseppe Spitaleri (il “femminaro” palermitano)
  • Gaia Malgieri (lo “spirito libero” di Villanova D’Asti che dorme sui banchi di scuola)

mentre i migliori sono:

  • Brunella Cacciuni (la napoletana con la repulsione per i bottoni)
  • Edoardo Maragno (il “provocatore” di Spino d’Adda)

Tutti si chiedono che fine abbia fatto Arianna. Il preside ha preso provvedimento… ma si saprà nella prossima puntata!

Quindi appuntamento con Il Collegio per martedì prossimo, 3 ottobre, alle ore 21.20 su Rai 2!

mm
Sono Valentina B., classe 1979, marchigiana. Ho un marito e un bimbo bellissimo e faccio la mamma a tempo pieno, il mestiere più duro e più bello del mondo! Mi piace scrivere e sono un'appassionata di libri, soprattutto romanzi. Amo il cinema e la televisione. Sono una nostalgica : adoro rivedere i vecchi film e programmi della mia infanzia e adolescenza e mi commuovo sempre!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here