Dopo il caso Insinna, nuove rivelazioni su famosi conduttori tv

programma tv, tv

Dopo i famosi fuori onda di Insinna, alcuni vip hanno voluto dire la loro esperienza all’interno di programmi tv descrivendo i fuori onda e i relativi protagonisti. Il settimanale Oggi ha interpellato alcuni vip chiedendo loro cosa succede nei fuori-onda di programmi a cui hanno partecipato. Come si comportano i  conduttori, nei fuori-onda?

Hanno mai “sbroccato”  in “stile” Insinna?

Erroneamente crediamo che i personaggi dello spettacolo siano immuni da arrabbiature  o “momenti -no”, forse perché siamo abituati a vederli in video sempre sorridenti e affabili.

Indubbiamente il loro lavoro richiede una presenza scenica impeccabile, ma è evidente che sbagliano come tutti.

Tra i Vip raggiunti dal settimanale Oggi ci sono:

  • Orietta Berti
  • Selvaggia Lucarelli
  • Luxuria
  • Marina Ripa di Meana
  • Nino Frassica
  • Simona Izzo

Ecco cosa dicono alcuni vip sui colleghi fuori-onda

Orietta Berti:

“Lavoro da tanto tempo con Fabio Fazio. Posso giurare di non averlo mai visto arrabbiarsi in maniera scomposta. Anche con Maurizio Costanzo mi sono trovata bene: se ti deve dire una cosa spiacevole, te la dice in faccia. Mike Bongiorno, invece, era uno che si arrabbiava con i concorrenti che facevano i furbetti. Li cacciava via ma non superava mai il limite

Selvaggia Lucarelli:

Milly Carlucci è esattamente come si presenta ai telespettatori. Io ho avuto dei momenti difficili come giurata di Ballando con le stelle e ho deciso di non presentarmi all’ultima puntata. Temevo che Milly si sarebbe arrabbiata e, invece, il giorno dopo mi ha scritto un bel messaggio e mi ha ringraziata per il mio lavoro. Non è un mestiere facile quello del presentatore: si è sottoposti a un’enorme pressione e in pochi secondi ci si può giocare tutta la carriera. C’è chi regge quell’ansia e chi non ce la fa. Io ho assistito ad autori che insultavano pesantemente il presentatore. Ho visto vessazioni e arroganze di ogni tipo ma anche gente perbene”.

Luxuria:

Purtroppo quella di Insinna è la punta dell’iceberg. Ci sono tanti finti simpatici e finte affabili che trattano malissimo truccatori, parrucchieri e sarte.

Mi è capitato un attore che stimavo molto, apertamente di sinistra, che è entrato in camerino urlando e tirando il suo abito addosso alla sarta. ‘Questa porcheria la metti tu’, le ha detto. Non è raro che i ‘big’ sfoghino le loro frustrazioni professionali su autori e maestranze.

Così come ci sono conduttori che ringraziano i collaboratori. Amadeus è uno che ha una parola gentile per tutti. Un’altra persona perbene è Alessia Marcuzzi: è semplice, umile e vera.

Marina Ripa di Meana:

Non mi è mai capitato di assistere a una scenata indecente come quella di Insinna. Ho visto ospiti molto volgari, presentatori no. Cristina Parodi, per esempio, è sempre molto educata. Semmai è successo a me di arrabbiarmi: una volta feci una piazzata a una truccatrice, le dissi: ‘Vai a zappare la terra’.

In passato sono stata impaziente con truccatori, parrucchieri e anche coi miei collaboratori… Oggi lo sarei di meno. La cosa peggiore che feci fu la torta in faccia a Maurizio Costanzo negli Anni 80: lui mi trattava male in tv e per vendicarmi gli tirai la torta. Non mi ha parlato per 15 anni! Ora siamo in buoni rapporti, ha l’ufficio accanto a casa mia e ci incontriamo spesso.

Nino Frassica:

Ho lavorato con Flavio Insinna sino a poco tempo fa. Abbiamo fatto insieme Dopofiction e mi sento di spendere una parola per lui: nella mia carriera ho visto ‘rapine’, ‘estorsioni’ e ‘distorsioni’ dei fatti.

Flavio, come me, è un perfezionista. Vuole che tutto funzioni bene, ci tiene a fare una tv di qualità e quando capitano incomprensioni o non tutti collaborano, si arrabbia. Succede! Si è scusato e quindi va perdonato.

Simona Izzo:

Sono stata spesso ospite a La vita in diretta e ho sempre trovato un clima molto piacevole, anche tra autori, regia e pubblico. La stessa cosa vale per Pippo Baudo e Bruno Vespa. Detto questo, io che faccio la regista so che può capitare di ‘sbroccare’. A me succede di rado, le troupe di solito mi vogliono bene.

L’unica mia esperienza negativa fu con Emilio Fede: la trasmissione era Test, nel 1983, e lui spesso fu spiacevole con me. Un giorno in trasmissione mi disse ‘sei incinta?’, come per dire che ero grassa. Io risposi: ‘Non ho ancora fatto il test’. L’ironia… ci può salvare”.

Concludendo

Cosa pensate amici di questa carrellata di vip che si sono espressi sui loro illustri colleghi? E a voi è mai capitato di incontrare un vostro idolo che alla richiesta di un autografo o di un selfie insieme a lui vi ha trattato male?

Raccontateci qualche aneddoto con un personaggio celebre che vi ha deluso e che magari avete smesso di seguire o “amare” in  considerazione di come si è mostrato in assenza della “lucetta rossa”!

Io personalmente ho incontrato diversi vip ma tutti gentili  e disponibili, e anche più! Vi racconto brevemente di quella volta che incontrai la Rettore in aeroporto e presa dall’emozione non la chiamai Donatella, ma Loredana!! Confondendola clamorosamente con Loredana Bertè!! Ebbene, la Rettore fu lo stesso gentilissima e mi firmò il sospirato autografo!!

CONDIVIDI