Cambiano le rilevazioni Auditel: conteggiati anche ascolti on demand e da smartphone. Arriva il superpanel

auditel

Rivoluzione nelle rilevazioni Auditel: spazio ai dati di ascolto di chi segue i programmi on demand e tramite i device digitali

Continua la rivoluzione digitale. A Roma si è tenuta “La grande sfida della rilevazione dei device digitali“, la relazione annuale relativa agli ascolti Auditel 2019 con l’introduzione di una importantissima novità: il superpanel Auditel.

Ascolti Tv: al via la rivoluzione digitale

Grandi novità per quanto concerne le rilevazioni Audience Tv. Gli ascolti oramai non terranno più conto solo delle persone che seguono i programmi tramite il piccolo schermo, ma anche di quella fetta di pubblico che predilige l’on demand e l’utilizzo di uno smartphone o tablet. La rivoluzione digitale si propaga a macchia d’olio trovando l’appoggio dei giovanissimi. La notizia è stata annunciata durante la Relazione annuale della società tenutasi alla Camera.

Al momento però non sono ancora stati comunicati i primi dati ufficiali. L’Auditel da tre mesi a questa parte ha cominciato le nuove rilevazioni considerando i dati on demand e della fruizione tramite cellulare.

A godere di queste nuove tecnologie sono principalmente i programmi strutturati con dei filmati pensati per conquistare l’attenzione del pubblico giovane. La possibilità di vedere contenuti breve in modalità on-demand consente all’utente di vedere il programma-serie dove preferisce e in qualsiasi momento avendo anche una maggiore scelta di prodotti.

Rivoluzione Auditel: le parole di Andrea Imperiali

Andrea Imperiali, Presidente di Auditel, in occasione della Relazione Annuale della società, ha mostrato il percorso 2018 del SuperPanel composto da circa 41000 soggetti. Ecco le sue parole:

Si tratta di un passaggio fondamentale che Auditel intende offrire all’industria televisiva, incalzando sul terreno della trasparenza e della certificazione dei dati quei soggetti che fino ad oggi sono sfuggiti a ogni controllo o certificazione.

L’innovazione secondo Imperiale “rappresenta un primato a livello continentale, realizzato in tempi record”. Per Gian Carlo Blangiardo, neo presidente dell’Istat “la ricerca di base Auditel rappresenta un dato da cui difficilmente si può prescindere nell’analisi della società e delle sue trasformazioni“.

Anche Marcello Cardani, presidente di Agcom, ha sottolineato come “l’estensione dell’analisi anche ai media digitali è un fatto epocale”. Infine anche Alberto Barachini, presidente della commissione di Vigilanza Rai, si è espresso con toni entusiastici circa questo nuovo percorso: “le istituzioni guardano con grande favore il percorso che Auditel sta compiendo, soprattutto per gli impatti e i risvolti che riguardano il servizio pubblico“.

Avatar for Emanuele Ambrosio
Testardo, sognatore, ironico, logorroico, attento osservatore e curioso all'ennesima potenza. Campano di origini, ma alla continua ricerca del suo posto nel mondo si laurea in Scienze Politiche e contemporaneamente completa il percorso per diventare Giornalista Pubblicista. Consumatore di dischi, tele-dipendente, appassionato di cinema e serie tv. Diverse le collaborazioni: dalla carta stampata fino al passaggio al giornalismo online.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here