Better Watch Out – Opinioni e recensione del film

Foto tratta dal film Better Watch Out

Better Watch Out è un film del 2016 di genere Horror/Commedia diretto da Chris Peckover, con protagonisti Virginia Madsen, Patrick Warburton, Levi Miller, Olivia DeJonge, Ed Oxenbould. Il film ha una durata di circa 89 minuti. Ecco la nostra opinione e recensione sul film.

La Trama del film Better Watch Out

Alla vigilia di Natale la diciassettenne Ashley è occupata a prendersi di cura del giovane Luke Lerner, di cinque anni più giovani di lui, essendo stato assunta come babysitter dai genitori del ragazzo. Il quale è da tempo invaghito della sua tutrice e spera di sedurla mentre stanno guardando un film horror.

Degli strani rumori all’esterno della casa mettono però in allarme Ashley, salvo poi scoprire che erano stati causati da Garrett, il miglior amico di Luke, che si era fermato a salutare. La bambinaia, che nel frattempo ha instaurato una nuova relaziona sentimentale per dimenticare il suo ex, Jeremy, pensa così che il peggio sia passato e il potenziale pericolo fosse originato dallo scherzo di due adolescenti.

Ma quando sente il rumore di una finestra rotta al piano di sopra, la protagonista si dirige insieme ai due teenager per scoprire cosa sia realmente accaduto e rinviene un mattone con una scritta recitante minacce di morte. Garrett viene preso dal panico e fugge di corsa, ma viene apparentemente ucciso da un cecchino sconosciuto.

Ashley e Luke si nascondono così nell’attico, mentre tra le quattro mura degli uomini armati fanno irruzione scatenando il terrore in quella che sembrava una sera come tante altre ma che ora si è trasformata in un incubo ad occhi aperti.

La recensione del Film Better Watch Out

Dopo l’inedito Undocumented (2010), l’americano Chris Peckover torna dietro la macchina da presa per dirigere un altro horror che guarda al copioso sottofilone a tema relativo alle babysitter, spesso bazzicato da incursioni di genere. E sin dai primi minuti il regista, anche co-autore della sceneggiatura, dimostra una buona personalità nel gestire le dinamiche tensive, dando vita a personaggi discretamente sfumati e trovando adeguato supporto dai numerosi jump-scare che caratterizzano le fasi salienti dei novanta minuti di visione.

Il gioco narrativo è incentrato sul poderoso cliffhanger che cambia le carte in tavola e offre un vero e proprio ribaltamento dei ruoli, colpendo con la giusta cattiveria alcune figure secondarie che fanno capolino con lo scorrere dei minuti. L’atmosfera grintosa che flirta tra humour nero e una violenza a tratti brutale garantisce quel sano divertimento che l’appassionato richiedeva, con anche una manciata di evidenti citazioni ad altri grandi classici.

L’atmosfera serrata, le ottime interpretazioni del cast (in particolare il giovanissimo Levi Miller è una vera e propria sorpresa) e il perfetto mix tra toni più leggeri ed altri più spietati e politicamente scorretti rendono Better Watch Out un piacevole e gustoso divertissement che non delude le attese, risultando assai più riuscito e ispirato di molte produzioni epigone.

mm
Appassionato di cinema fin dalla più tenera età, cresciuto a pane (anzi focaccia, da buon genovese) e classici hollywoodiani e scoperto, con il trascorrere degli anni, il fascino di cinematografie più sconosciute e di nicchia. Amante della Settima arte a 360 gradi, senza restrizioni geografiche o temporali di sorta, scrivo nel settore su svariate testate da quasi quindici anni, dopo una precedente esperienza nell'ambito della critica musicale. Con un debole per il tennis (primo estimatore di Roger Federer), il rock dalle sonorità più estreme a quelle più leggere e cantautoriali, e la birra artigianale, perché una buona pinta, insieme a un film, ci sta sempre bene.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here