Amici 2018, Maria De Filippi “si ritorna alla centralità dei ragazzi”

Amici 2018 Maria De Filippi

Durante la conferenza stampa di presentazione del serale di Amici 2018, Maria De Filippi ha raccontato un ritorno al passato per questa diciassettesima edizione: ecco di cosa si tratta

C’è grande attesa per la prima puntata del serale di Amici 2018. Sta per aprirsi, infatti, il sipario sulla diciassettesima edizione del talent show di Maria De Filippi che quest’anno si preannuncia completamente rivoluzionato rispetto al passato. Ecco le parole pronunciate dalla conduttrice durante la conferenza stampa.

Amici 2018, Maria De Filippi: “mancava la centralità del ragazzo”

Un ritorno al passato e alle prime edizioni è il desiderio di Maria De Filippi per l’edizione 17 di Amici.

“Usciamo da quattro edizioni fatte con i direttori artistici che avevano un ruolo importantissimo perché sceglievano gli arrangiamenti e le canzoni” ha raccontato in conferenza stampa la De Filippi. “Sono state quattro edizioni per me molto belle. Emma ed Elisa sono state bravissime, pian piano però quello che mi mancava in quelle edizioni era la centralità del ragazzo. Se potessi tornare indietro le rifarei tutte, perché sono state importanti per il programma“.

La conduttrice ha poi sottolineato quanto sia stata fondamentale la presenza di Giuliano Peparini. “E’ stato bravissimo e ha fatto vedere per la prima volta in televisione cose che non si vedevano da tempo da nessuna parte”. Quest’anno però la conduttrice ha preferito fare un passo indietro. “Ogni cosa dopo un pò manca di stimoli se è ripetitiva” ha dichiarato la De Filippi che con il suo gruppo di lavoro ha riposizionato l’obiettivo sulla centralità dei ragazzi.

Maria De Filippi: “Amici non è come The Voice o X Factor”

Una scelta che rappresenta per tutto il gruppo di lavoro molta più fatica. “Dal punto di vista del contenuto è molta più fatica per noi perchè lo scorso anno facevano tanto Emma, Elisa e Giuliano” ha detto la De Filippi.

Sempre in conferenza,la regina del sabato sera ha rimarcato come il format di Amici sia un unicum nel palinsesto televisivo. “Non è come The Voice o X Factor, che sono programmi che hanno una partenza completamente diverse da Amici“.

La prima differenza è nei contenuti. “In Amici c’è anche il ballo” ha sottolineato la padrona di casa che ha poi proseguito: “ad X Factor e The Voice c’è una giuria che in diretta fa un casting dei concorrenti, il casting dei concorrenti di Amici viene fatto a giugno, luglio, settembre e durante tutto l’anno”. 

L’edizione 17 di Amici è composta da nove puntate. Si sfideranno quattordici talenti suddivisi in due squadre da 7: la squadra bianca e la squadra blu. Il talent show, tra i più longevi del piccolo schermo, debutta sabato 7 aprile 2018 in prima serata su Canale 5 con tante novità, una commissione interna e una esterna e il ritorno alla diretta tv.

Potrebbe interessarvi: Amici 2018: Laura Pausini, Fabri Fibra e Alice Merton i primi ospiti del serale

Testardo, sognatore, ironico, logorroico, attento osservatore e curioso all'ennesima potenza. Campano di origini, ma alla continua ricerca del suo posto nel mondo si laurea in Scienze Politiche e contemporaneamente completa il percorso per diventare Giornalista Pubblicista. Consumatore di dischi, tele-dipendente, appassionato di cinema e serie tv. Diverse le collaborazioni: dalla carta stampata fino al passaggio al giornalismo online.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here