All’età di 84 anni è venuto a mancare Luciano Rispoli.

Luciano Rispoli,  celebre giornalista, conduttore televisivo e radiofonico si è spento all’età di 84 anni.

Il suo collaboratore più stretto Mariano Sabatini ha così affermato in merito alla scomparsa di Rispoli:

Con grandissima costernazione, e in accordo con la moglie e i figli, devo dare la triste notizia della scomparsa del popolare giornalista, autore e conduttore di programmi celeberrimi: Parola mia e Tappeto volante su tutti.

Entrato in Rai, in seguito a un concorso per radiocronisti nel 1954 – ricorda Sabatini – ha continuato a proporre la sua televisione civile e rispettosa anche dopo aver lasciato la tv pubblica, dal 1991, su Tmc e poi su altre emittenti, con un rientro in Rai nel 2002-2003″.

Su di Lui (da Wikipedia)

Luciano Rispoli nato a Reggio Calabria il 12 luglio 1932 si trasferisce a Roma in gioventù ed entra alla RAI nel 1954, in seguito a un concorso per radiocronisti, iniziandovi la carriera che lo porterà a diventare uno dei volti più popolari della televisione italiana. Negli anni ha ricoperto in Rai ruoli dirigenziali, direttore di Rai Educational per dieci anni e assistente del vicedirettore generale Emmanuele Milano.

Nel corso della carriera ha scoperto e lanciato personaggi di primo piano, tra i quali :

  • Maurizio Costanzo,
  • Paolo Villaggio,
  • Raffaella Carrà,
  • Paolo Limiti,
  • Rita Forte,
  • Melba Ruffo,
  • Michela Rocco di Torrepadula,
  • Gianni Boncompagni.

Si è sposato il 9 luglio 1962 nella chiesa di San Giovanni Rotondo. Le nozze sono state celebrate da Padre Pio, di cui la madre era devota.

Il ricordo dell’amico Mariano Sabatini

Il giornalista e scrittore Mariano Sabatini, a lungo collaboratore di Rispoli lo ricorda così:

E’ mancato dopo una lunga malattia a 84 anni, compiuti il 12 luglio scorso. Io posso solo dire, al di là del grande dolore che provo in questo momento, che è stato un grande privilegio collaborare quindici anni con un padre fondatore della Tv come lui.

Da Rispoli ho imparato tanto. Tutto. E mi dispiace che purtroppo questa Rai a cui aveva dato tantissimo negli ultimi anni lo aveva dimenticato, provocandogli grande rammarico

CONDIVIDI
Articolo precedente“FACCIA A FACCIA”: il nuovo programma di Giovanni Minoli, su la 7
Prossimo articoloSu Raiuno, la fiction La mafia uccide solo d’estate
mm
Mi piace leggere, seguire tv, cinema, spettacolo, gossip, politica, e mi piace sognare... Amo tutto ciò che è latino/americano infatti via web seguo programmi americani e argentini.Odio le persone invadenti e stupide, ipocrite e bigotte, cattive e invidiose .Che non ti guardano mai negli occhi perchè sono impegnate a guardare altrove, magari ad imparare a memoria i vestiti che indossi. Quelle che ti interrompono mentre parli e che pensano che il mondo giri intorno a loro.. Quelle che pensano di sapere tutto, e di avere la verità in tasca. A quelli che si ammantano di luce e di saggezza, ma che in definitiva sguazzano nella loro m..... che, a loro dire, puzza meno di quella degli altri. Detesto l' ipocrisia in tutte le sue sfumature.Detesto la lealtà politica(non ve ne è nessuna) Amo le persone schiette, dirette, che non hanno paura di prendere posizione anche se risulta molto impopolare. Amo la sincerità, anche se fa male . Il rispetto, sopra ogni cosa è qualcosa di nobile e seducente che suscita un interesse immediato..