Ricordando Sic – 5 anni fa è volato in cielo Marco Simoncelli

Spiccava di folle simpatia con la sua folta chioma e con la sua parlata romagnola. E spiccava di bravura e umiltà, il nostro Sic.

Sembra ieri, ma sono già passati 5 anni da quel tragico incidente che se lo portò via con sé…

Il 23 ottobre 2011 ci lasciava Marco Simoncelli, col numero 58 in sella alla sua moto, che era la sua vita.

Gareggiava a Sepang per il Gran Premio di Malesia.

Una caduta al secondo giro e viene travolto da Rossi ed Edwards, che non riescono ad evitarlo. Il casco vola, Sic rimane immobile nella pista. Tutto finito… in una manciata di secondi. Aveva 24 anni.

Sorpresa, terrore, sgomento, incredulità. Per tutti noi che eravamo incollati al televisore.

Rabbia, dolore… tanto dolore. Per la famiglia, per la fidanzata, per gli amici, per i fans.

Marco era (è) molto amato dalla gente. Sempre il sole dentro, una simpatia più unica che rara. Voglia di vivere, voglia di vincere. Spensierato, gioioso e scherzoso. Uno di noi, proprio per questo era impossibile non volergli bene! Ti entrava dentro!

UN PO’ DI LUI

Classe 1987, è nato a Cattolica ma cresciuto a Coriano (Rimini).

Le minimoto. A 7 anni inizia a correre con le minimoto, proprio come il suo grande amico Valentino. A 12 anni si proclama campione italiano, a 13 di nuovo campione italiano e secondo classificato europeo.

Moto 125. Nel 2002 diventa prima campione europeo in classe 125, poi debutta nel Motomondiale in classe 125 nel Gran Premio della Repubblica Ceca.

Nel 2004 conquista la sua prima vittoria a Jerez (Spagna).

Il 2005 è stato un anno pieno di podi: 1° posto nel Gran Premio sempre a Jerez, 2° in Catalogna, 3° in Germania, Repubblica Ceca, Qatar e Australia.

Moto 250. Nel 2006 passa alla classe 250.

Nel 2008 prima vittoria al Mugello, poi in Catalogna, poi al Sachsenring (Germania), poi a Motegi (Giappone), poi a Phillip Island ( Australia).

Campione del mondo nella 250. Il 19 ottobre 2008 ottiene il 3° posto a Sepang, diventando il Campione mondiale nella 250.

Conclude in bellezza la stagione 2008 vincendo a Valencia.  Sul podio anche in Francia e Gran Bretagna (2° posto) e in Olanda e Repubblica Ceca (3° posto).

Nel 2009 nuovo trionfo al Sachsenring, seguito da un’altra vittoria a Brno (Repubblica Ceca) e successivamente a Indianapolis. Vince ancora in Portogallo e in Australia mentre in Malesia si aggiudica il 3° posto. Sul podio con il 3° posto anche a Valencia e in Olanda.

La Superbike. Nel 2009 partecipa anche al Campionato Mondiale di Superbike. In gara 1 cade, in gara 2 arriva 3°, davanti a Max Biaggi.

MotoGP. Nel 2010 passa alla MotoGP. Sale due volte sul podio: 3° posto in Repubblica Ceca e 2° posto in Australia.

Il 23 ottobre 2011 il triste epilogo. Proprio su quella pista dove nel 2008 era diventato Campione del Mondo nella 250.

IL SUO PAESE

Marco viveva con la sua famiglia a Coriano, un paese romagnolo in provincia di Rimini.

Quando entri a Coriano, tutto sa di lui, del SuperSic. C’è un monumento col numero 58, c’è un maxi manifesto con la sua foto, il palazzetto dello sport è stato dedicato a lui.

E c’è un museo, il Museo Marco Simoncelli-La storia del Sic. Qui, attraverso foto e oggetti di Marco, si può ripercorrere la sua storia, di pilota e di ragazzo. Una galleria piena di immagini, tute, caschi, trofei e altre cose appartenute a lui, per rivivere la sua bellissima vita, distrutta da un tragico maledetto incidente.

Io voglio ricordarvelo così.

 

CIAO SIC!!!

CONDIVIDI