Rai: Antonio Campo Dall’Orto si è dimesso

rai

Quello che era già nell’aria e che quindi non lascia sconcertati si è puntualmente verificato. Attraverso un comunicato Ansa, si apprende che a  quasi 2 anni dal suo arrivo, Antonio Campo Dall’Orto si è dimesso. La Rai lo comunica con il seguente comunicato:

    “In un incontro molto cordiale, il Ministro Padoan ha preso atto della decisione di Antonio Campo Dall’Orto di rimettere il suo mandato di Direttore generale Rai”.

Antonio Campo Dell’Orto si dimette: le prime reazioni

Non mancano le prime reazioni. La Federazione nazionale della stampa e Usigrai hanno così commentato all’Ansa:

Antonio Campo Dall’Orto non è l’unico responsabile del fallimento di questi due anni di mandato. Pertanto dopo le sue dimissioni, dovrebbero arrivare quelle della presidente e del consiglio di amministrazione.

Auspichiamo ora che l’azionista agisca con rapidità – affermano Fnsi e Usigrai – per restituire con urgenza alla Rai Servizio Pubblico una guida autorevole, sicura e stabile in grado di assicurare presto la necessaria riforma editoriale.

Ma quanto accaduto in queste settimane dimostra ancora una volta che governo e Parlamento sono chiamati a intervenire per modificare le norme sulla governance per garantire alla Rai Servizio Pubblico autonomia e indipendenza dai partiti.

Senza un chiaro percorso di riforma, che parta dalla necessaria separazione dei poteri di indirizzo dai poteri di gestione, l’indecoroso spettacolo degli ultimi mesi non potrà che riproporsi”.

Le dichiarazioni dell’ex Direttore Generale Rai

Io avrei voluto continuare ma non era più possibile andare avanti… Formalizzerò le dimissioni la prossima settimana.

Antonio Campo Dall’Orto, si ritrova quindi fuori dai giochi. Fortemente voluto, due anni fa dall’ex  Presidente Del Consiglio, Matteo Renzi, da ex amico personale diventa un politico molto ostile. Infatti il DG e il segretario del Pd non si sentono da mesi, gelo assoluto

I risultati, aggiunge, sono positivi e sinceramente ne sono fiero: restiamo leader negli ascolti, il bilancio consolidato del gruppo Rai con un risultato operativo positivo di 64,3 milioni con un miglioramento di 76 milioni rispetto al 2015.

E poi la recente serata «Falcone e Borsellino». Ma ora la decisione è arrivata, due settimane di tempo per chiudere l’esperienza, una pausa per qualche mese e poi in autunno deciderò per il mio futuro, forse con un impegno fuori Italia.

Per la successione in pole position ci sarebbe Del Brocco

CONDIVIDI