Raffaella Carrà celebra la tv spagnola e, a differenza, di quella italiana, è amata e acclamata!!

raffaella carra

“Se per caso cadesse il mondo io mi sposto un pò più in la, sono un cuore vagabondo che di regole non ne ha.. “

E’ così che iniziava il celebre brano di Raffaella Carrà del 1978 che ebbe un successo incredibile e che ancora si sente remixato in discoteca..

Rafaella Carrà, al secolo Raffaella Pelloni, per questi 55 anni ha rappresentato la tv italiana, anche all’estero magnificamente, esibendo una fluidità di movimento, una conoscenza delle lingue, e una presenza scenica da far invidia a Madonna!

Qualche tempo fa, a “Domenica Live” si era detta pronta a lasciare il passo alle nuove generazioni, eppure non è sembrato così, alla celebrazione della tv spagnola TVE dove è apparsa in grande forma, esibendo, con tutta la sua grinta e vivacità romagnola, i suoi 74 anni!

 “60 años juntos” lo show spagnolo della tv pubblica aclama Raffaella Carrà

In Spagna la Raffa nazionale è molto conosciuta e amata, per essere stata anche lei una colonna portante delle tv, per la quale ha lavorato per molto tempo soprattutto fra gli anni settanta e novanta.

Portando al successo diversi programmi tra i quali:

  • A Las 8 con Raffaella
  • En casa con Raffaella
  • e il celeberrimo ¡Hola, Raffaella!

Raffaella Carrà unica grande diva

Bellissima, con tre outifit diversi, dal bianco, al nero all’oro, la conduttrice, un po’ emozionata ma dallo spagnolo fluente ha indossato perfettamente gli abiti di padrona di casa celebrando i 60 anni della televisione spagnola, con i comici, i cantanti e i conduttori più emblematici della tv .

La Carrà ha sostenuto un ritmo serrato iniziato verso le 22.00 e conclusosi poco più tardi di mezzanotte.

Lo studio meraviglioso, palco con un’enorme scalinata e in cima alla quale, l’orchestra con il coro della RTVE. Insomma un po’ come il palco delle grandi occasioni come può essere per noi, quello di Sanremo. Nelle prime file della platea i volti più o meno noti del piccolo schermo spagnolo ad impreziosire il contesto.

Al centro di tutto ovviamente la storia dell’emittente spagnola ma anche, inevitabilmente, della conduttrice italiana.

Lo show si è aperto sulle <note di Rumore>, la famosissima hit della Carrà che ha primeggiato per mesi in tutte le classifiche.

Insomma in Spagna la Carrà piace, anzi strapiace e si ha addirittura una sorta di  timore reverenziale in positivo, per la grandezza e la professionalità dell’artista.

A questo proposito, per esempio Monica Naranjo, una stella di prima grandezza della musica pop spagnola, dopo un’intesa interpretazione di Vivir así es morir de amor, di Camillo Sesto, ha ringraziato la Carrà per essere stata la fonte d’ispirazione di generazioni di giovani donne che aspiravano a diventare intrattenitrici.

Eccovi il video di quei momenti spettacolari…

 

La Carrà ha tenuto il palco come non mai, infatti cantando e ballando dal vivo uno dei suoi cavalli di battaglia:< En el amor todo es empezar >(A far l’amore comincia tu) ha trascinato e coinvolto il pubblico con una carica tale, che  alla fine, le ha chiesto un’altra canzone (otra!, otra!, otra!).

E Raffaella Carrà ha risposto, fra il commosso e il divertito:

    Esta es la fiesta de la televisión, no es la mía”.

Eccovi il video trascinante di quel momento:

L’evento ha vinto largamente la serata con il 19.5% di share e 3.313.000 spettatori incollati a vedere la nostra Raffa.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl film da vedere stasera, 22 dicembre – Ip Man
Prossimo articoloHouse Party con Laura Pausini e Gerri Scotti | Auditel 21 Dicembre 2016
mm
Mi piace leggere, seguire tv, cinema, spettacolo, gossip, politica, e mi piace sognare... Amo tutto ciò che è latino/americano infatti via web seguo programmi americani e argentini.Odio le persone invadenti e stupide, ipocrite e bigotte, cattive e invidiose .Che non ti guardano mai negli occhi perchè sono impegnate a guardare altrove, magari ad imparare a memoria i vestiti che indossi. Quelle che ti interrompono mentre parli e che pensano che il mondo giri intorno a loro.. Quelle che pensano di sapere tutto, e di avere la verità in tasca. A quelli che si ammantano di luce e di saggezza, ma che in definitiva sguazzano nella loro m..... che, a loro dire, puzza meno di quella degli altri. Detesto l' ipocrisia in tutte le sue sfumature.Detesto la lealtà politica(non ve ne è nessuna) Amo le persone schiette, dirette, che non hanno paura di prendere posizione anche se risulta molto impopolare. Amo la sincerità, anche se fa male . Il rispetto, sopra ogni cosa è qualcosa di nobile e seducente che suscita un interesse immediato..