Non ditelo alla sposa: la “rivincita” degli sposi

Prendete una coppia di fidanzati, che nonostante si amino e stiano insieme da tanto tempo (con o senza figli, vivendo insieme o ancora con i genitori) e dategli, finalmente, la possibilità di coronare il loro “sogno d’amore” con il matrimonio dei loro sogni: aggiungete al tutto una piccola quanto insignificante clausola, il fatto, cioè, che ad occuparsi di ogni singolo dettaglio del loro giorno speciale, dovrà essere il futuro sposo ( dal tema del matrimonio, all’abito della sposa e delle damigelle, passando per lo stile degli inviti, al luogo della cerimonia e tutto il resto).

Shakerate bene il tutto ed avrete ottenuto uno “scoppiettante” format, pieno di colpi di scena dal titolo: Non ditelo alla sposa!

Ogni episodio è così strutturato:
una voce narrante fa una breve presentazione iniziale dei componenti della coppia, spiegando chi sono, che lavoro fanno, come si sono conosciuti ecc…

Poi la parola viene data ai due protagonisti, che spiegheranno il carattere dell’altro.
Si giunge così al momento della “separazione” della coppia, che per la maggior parte delle volte consiste nel trasferimento della futura sposa, fino al giorno del matrimonio, a casa dei genitori, dove potrà “rilassarsi”, senza però poter sentire né vedere il suo partner fino ad allora.

Così mentre lei, piena di dubbi e di paure sull’esito del matrimonio, si allontana, lui, dopo aver convocato i suoi testimoni per farsi aiutare con i preparativi, inizia a “riordinare le idee”.

Ed è proprio qui che ha inizio la la parte divertente del programma: cioè quando lo sposo inizia a pensare al tema per il matrimonio, è proprio qui infatti che possono prendere forma le idee più stravaganti, che farebbero rabbrividire anche la sposa più anticonformista, nel corso delle puntate infatti non sono mancati temi come: il wrestling, matrimonio in piscina (proprio sott’aacqua), matrimonio allo stadio, al pub e chi più ne ha più ne metta.

La puntata prosegue con il confronto incrociato dei pensieri e delle aspettative della sposa (la Chiesa dei sogni, il tipo di abito ecc…) e le reali scelte dello sposo, fino ad arrivare (tra pianti di gioia o di rabbia/delusione) all’incontro con il fidanzato sull’altare, dove…ne vedremo di tutti colori…

E come si chiede la voce narrante durante la puntata: “Riuscirà lui dare alla sua lei, il matrimonio dei suoi sogni?”

Non ci resta che scoprirlo insieme su Non ditelo alla sposa.

Dal Lunedì al Venerdì alle 10:25 (su La5 canale 30)

CONDIVIDI
Articolo precedenteDati Auditel 11 maggio: Serata all’insegna del calcio
Prossimo articoloCome lo sai – il film consigliato per questa sera, su Tv8, ore 21:15
Mi chiamo Chiara, ho 27 anni e la mia più grande passione è la scrittura, che coltivo sin da quando posso ricordare. Nel tempo libero oltre a scrivere (per lo più racconti) mi piace molto anche leggere, ascoltare musica e guardare la televisione (in particolare serie tv poliziesche e programmi reality/tutorial, che trovo molto interessanti perché permettono sempre di imparare cose nuove). Infine un’altra mia grande passione sono i bambini, con i quali ho anche l’ambizione di poter lavorare o come educatrice di asilo nido (lavoro per cui sono abilitata da una laurea) o come baby sitter. Di loro mi piace soprattutto la loro genuinità ed il fatto che sono privi di filtri e che trasmettono molta allegria.