L’Eredità, il programma di Insinna nuovamente nella bufera: il campione è stato aiutato?

Flavio Insinna

Una nuova bufera si abbatte su “L’Eredità“, il quiz pre serale di Rai Uno condotto da Flavio Insinna. Quest’anno il programma sta riscuotendo numerose polemiche, sia per la conduzione di Insinna, sia per le risposte di alcuni concorrenti. Questa volta, però, una pesante accusa grava sul quiz di Rai Uno. Il pubblico, attraverso i cinguettii di Twitter, insorge contro L’Eredità. Di seguito il motivo per il quale il programma di Insinna è finito nella bufera.

L’Eredità, il programma di Insinna nella bufera

Il campione in carica Diego Fanzaga sta sbancando L’Eredità, lo show pre serale di Rai Uno condotto da Flavio Insinna. Il professore ha vinto circa 112 mila euro in tre serate (50mila, 35mila e 27500 euro). Un bottino da vero campione, ma su Twitter insorgono le polemiche dei telespettatori. Il campione-professore, infatti, è stato accusato di essere favoreggiato dal programma.

Secondo il pubblico dei social, le domande poste al campione sono più semplici rispetto a quelle dei suoi avversari. Alcuni hanno addirittura pensato che il campione Diego Fanzaga possa avere un auricolare dal quale riceve le risposte dalla produzione. Accuse veramente pesanti, che potrebbero far muovere i vertici della Rai e del programma condotto da Flavio Insinna.

L’Eredità, il campione risponde alle critiche

Diego Fanzaga, campione in carica de L’Eredità, ha risposto con un video su Facebook alle critiche ricevute in questi giorni. Nel video, il professore, in modo molto ironico, mette dell’olio alle ricetrasmittenti in vista della prossima puntata.

Il campione ha preso con ironia le critiche del pubblico dei social, ma adesso potrebbe arrivare la risposta della produzione de L’Eredità. Le parole del pubblico dei social, infatti, mettono in dubbio la veridicità del programma. La Rai potrebbe intervenire per porre fine alle polemiche e chiudere il caso.

mm
Diplomato al Liceo classico, frequento il terzo anno del Cdl in Lettere moderne. Sono Giornalista pubblicista da aprile 2017 e scrivo principalmente di calcio, anche se in passato mi sono occupato molti di spettacolo, gossip e TV. Scrivere è più che una passione per me e spero che mi seguiate in tanti.

2 Commenti

  1. Come si fa a sostenere ciò che dicono i complottardi sui social.Se siete sicuri di ciò che dite perchè non fate denuncia alle autorità preposte firmando con il vostro nome e cognome e non con uno pseudonimo,o vi cagate sotto.Ai giornalisti che riportano queste stroncato dico,perchè non andate voi a giocare e dimostrare cosa sapete fare?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here