L’amico del cuore – commedia leggera su Iris

Il maltempo non vi invoglia proprio ad uscire? Volete una commedia che vi tiri su?

Eccovi servita sul canale Iris “L’amico del cuore”, una commedia del 1998 di e con Vincenzo Salemme.

Roberto (Vincenzo Salemme) teme per la sua vita quando i medici gli comunicano di doversi sottoporre ad una delicata operazione al cuore.

Il primo pensiero di Roberto è quello di cercare conforto in Michele (Carlo Buccirosso) e Padre Leonardo (Maurizio Casagrande), suoi più cari amici fin dai tempi dell’infanzia.

Di fronte a un simile rischio, si sa, chiunque ripenserebbe alla sua vita, a ciò che non ha fatto e a ciò che avrebbe voluto fare…

Padre Leonardo e Michele, tuttavia, mai si aspetterebbero che il più grande desiderio del loro amico prima di sottoporsi all’intervento consiste nel trascorrere una notte d’amore con Frida (Eva Herzigova), la splendida moglie svedese di Michele.

Lo shock per quest’ultimo è così forte da provocargli più svenimenti.

Sperando di intenerire il cuore di Michele, Roberto chiede all’amico: “Miché, ma tu me vo’ bbben?”; l’esilarante risposta non tarda ad arrivare: “…nun tant!!!”.

Contrariamente a quel che ci si aspetterebbe da una donna, Frida spiazza tutti acconsentendo a trascorrere una notte con Roberto, vivendo tutto ciò come un gesto caritatevole e da brava cristiana.

Ma il marito non è per niente d’accordo e, con l’aiuto di Padre Leonardo, tenterà in tutti i modi di non lasciare soli la moglie e Roberto.

A fare da sfondo a questa divertente sceneggiata napoletana, fatta di doppi sensi e frasi sottintese, troviamo la cognata di Michelino, suo figlio Geremia, che pensa di essere un merlo, e il tassista Havana 9, che attende Roberto sotto casa dell’amico per portarlo all’aereoporto.

Riuscirà Roberto a trascorrere una notte d’amore con Frida?

Quali saranno le conseguenze di questo gesto?

Per scoprirlo, sintonizzatevi su Iris questa sera, ore 21:00.

CONDIVIDI
Articolo precedenteUlisse, il piacere della scoperta – “Roma, quarto giorno” –
Prossimo articoloIl ritorno del grande Fiorello in Tv
mm
Sono una web writer in erba ed un'aspirante copywriter. Da sempre subisco il fascino delle parole in tutte le sue forme: forse non è un caso che il mio nome (Eufemia, dal greco “ eu phemì ” = colei che parla bene) contenga un verbo che significa 'parlare, dire, raccontare, etc'. Scrivere, infatti, rappresenta una delle mie più grandi passioni assieme al canto, alla musica ed ai viaggi. Sono una vera divoratrice di pellicole cinematografiche, amo i ‘courtroom drama’ - i film che si svolgono prevalentemente nelle aule di giustizia - e tutti i thriller. Per me, attori come Al Pacino, Robert De Niro e Jack Nicholson sono mostri sacri del cinema. Le serie tv che non smetterei mai di rivedere, invece, sono ‘Gomorra’, ‘How to get away with murder’ e ‘Lie to me’ (anche se vorrei trovare il tempo per vedere ‘House of cards’ e ‘Mad Men’).