La preda perfetta – A walk among the Tombstones: trama e recensione del film

La preda perfetta - A walk among the tombstones

Basato sulla serie di romanzi gialli di Lawrence Block, La preda perfetta – A walk among the Tombstones è un thriller emozionante che si può vedere senza alcun problema. La suspense cresce piano piano e tiene gli spettatori incollati allo schermo. A parte qualche piccola scena, che rischia di interrompere le emozioni, la pellicola pare ben fatta.

La preda perfetta – A walk among the Tombstones: trama e cast della pellicola

Nel cast del film del 2014 diretto da Scott Frank vi sono: Liam Neeson e  Boyd Holbrook. Oltre a loro: Dan Stevens, Whitney Able, Stephanie Andujar, Marina Squerciati, Astro e Mark Consuelos.

Trama

Un ex poliziotto del Dipartimento di Polizia di New York ha dovuto rimediare ai propri errori e inventarsi una nuova professione riciclandosi come investigatore privato senza licenza, operando al di fuori della legge.

Proprio questo mestiere ha portato l’uomo ad accettare di aiutare un trafficante di eroina e quindi a dare la caccia agli uomini che gli avevano rapito e assassinato la moglie.

Lavorando sul caso l’investigatore è riuscito a scoprire che i colpevoli avevano già commesso lo stesso crimine. Da qui ha preso il via una vera e propria corsa contro il tempo in cui l’uomo ha cercato in tutti i modi di evitare che i malviventi uccidessero ancora.

La Recensione

In questo thriller la suspense è assicurata. Si tratta di una pellicola un po’ diversa dal genere, ma in grado sicuramente di entusiasmare gli appassionati dei crime, dei polizieschi e dell’azione. Ovviamente chiunque lo vede non deve aspettarsi un mix di azioni che si susseguono senza sosta con inquadrature strette e legate a particolari o dettagli. Il regista Scott Frank ha preferito, infatti, inquadrature lunghe e ritmo un po’ meno incalzante del previsto. Nonostante questa particolarità stilistica, però, il crescendo di emozioni non si spezza e lo spettatore rimane incollato allo schermo con il fiato sospeso.

Personaggi ben studiati e approfonditi. La caratterizzazione del protagonista, ad esempio, è molto ben curata. Non è il solito ex poliziotto alcolizzato ricco di stereotipi. Questa volta il problema legato all’alcool viene sviscerato nel migliore dei modi.

Visione consigliata. Il film non è un capolavoro, ma può comunque piacere alla maggior parte del pubblico e costringerlo a rimanere con il fiato sospeso fino alla fine.

mm
Sono una giornalista pubblicista e amo la televisione, anche i programmi trash. Una mia prof del liceo mi ha insegnato che bisogna avere la mente aperta e guardare sempre tutto. C’è un tempo per ogni cosa: un tempo per  un bel documentario, un tempo per un talk polito e un tempo per Gemma e Giorgio o il GF Vip.   Potrei riguardare all'infinito le puntate di Grey’s Anatomy e Una Mamma per amica. Divisa fra Emilia Romagna e Abruzzo, amo viaggiare e scoprire piccoli angoli di Paradiso anche se il mio habitat naturale è la spiaggia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here