Fiction “La cattura di Zagaria” – Il boss (vero) chiede risarcimento danni

Sotto Copertura 2
Una delle scene finali con la cattura di Zagaria

Lunedì 6 novembre è andata in onda l’ultima puntata della fiction di Rai 1 Sotto copertura-La cattura di Zagaria. Accolta con grande successo dal pubblico (il finale è stato seguito da più di 5.000.000 telespettatori), non è stata invece apprezzata dal vero Michele Zagaria.

La notizia ha quasi dell’incredibile, ma l’ex boss del clan dei Casalesi ha chiesto un maxi risarcimento per i danni alla sua immagine.

Zagaria e la richiesta di 100.000 euro di risarcimento

Secondo Michele Zagaria, la fiction di Rai 1 con protagonista Alessandro Preziosi avrebbe causato gravi danni alla sua immagine . Per questo l’ex boss della camorra ha incaricato i suoi legali di chiedere un risarcimento della cifra (assurda) di 100.000 euro, da devolvere poi in beneficenza.

Lo studio legale Sartoris Lettieri ha recentemente indirizzato una lettera alla redazione de Il Mattino

a nome e per conto di Michele Zagaria e della sua famiglia

per sottolineare

inesattezze e falsità che i nostri assistiti hanno già evidenziato ai vertici della Lux Vide e della stessa Rai.

Nella lettera, cui si chiede di dare la massima visibilità, gli avvocati del camorrista dichiarano di aver depositato un ricorso cautelare presso il Tribunale di Roma

al fine di difendere e tutelare la propria immagine ed identità personale.

Secondo quanto scritto nella lettera,

ciò che viene narrato non è assolutamente realistico e molti sono particolari inventati dagli sceneggiatori. Uno fra tutti, e forse il più grave, quello che dipinge Michele Zagaria come un uomo attratto sessualmente dalla giovane figlia della famiglia che per anni lo ha ospitato.

Cosa che ha profondamente offeso e disgustato il nostro assistito.

Ora non vorrei entrare in tante polemiche, parlando di Zagaria e di ciò che ha fatto o non fatto nell’arco della sua vita, ma una cosa vorrei dirla: Sotto copertura-La cattura di Zagaria è una fiction ISPIRATA all’ex boss dei Casalesi, e ispirata non vuol dire che debba riportare pari pari la realtà dei fatti. Perciò mi sembra insensato chiedere un risarcimento danni (per altro così elevato) alla fiction per aver modificato qualche aspetto della “storia”.

Come procederanno ora la casa produttrice Lux Vide e la stessa Rai?

Restiamo in attesa della risposta e dei provvedimenti che si decideranno di prendere.

Se volete, diteci la vostra in merito!

CONDIVIDI