Debbie Reynolds – madre di Carrie Fisher – stroncata da un ictus subito dopo la morte della figlia

Probabilmente, non esiste dolore più grande di quello causato dalla prematura perdita di un fìglio.

Dev’essere stata questa indicibile sofferenza a colpire Debbie Reynolds, madre di Carrie Fisher, meno di 24 ore dopo la scomparsa di quest’ultima.

L’attrice ottantaquattrenne, infatti, era stata ricoverata in ospedale (Cedar Sinai di Los Angeles).

Stava preparando i funerali della figlia quando ha accusato il malore.

Le sue condizioni erano apparse subito gravissime. Dopo poche ore, il decesso.

Un dolore troppo grande da sopportare.

In una sua celebre canzone, Al Green cantava: “How can you mend a broken heart?”, ossia: ‘Come puoi riparare un cuore spezzato?’.

Così il cuore della Reynold dev’essere andato in mille pezzi alla notizia della morte della sua adorata figlia.

“Era fuori di sé” – ha dichiarato il figlio da quando Carrie Fisher aveva sofferto per un massiccio attacco di cuore poco prima dell’atterraggio dell’aereo che la portava da Londra a Los Angeles per passare le vacanze di Natale con la famiglia, e dal quale non si era più ripresa, spirando la mattina del 27 dicembre.

Al momento dell’emergenza medica, Debbie Reynolds stava progettando con suo figlio il funerale di Carrie.

“Voleva che venisse seppellita nello stesso posto dove sarebbe andata lei” scrivono fonti vicine alla famiglia.

L’ambulanza è arrivata in seguito a una telefonata al 911, il numero di emergenza americano. Il figlio ha confermato la morte della madre:

“Ora Debbie è insieme a Carrie, ora i nostri cuori sono doppiamente spezzati..”.Todd Fisher ha rivelato anche le ultime parole di sua madre: ”Voglio solo stare con Carrie…”.

Il messaggio struggente di Debbie sui social dopo la scomparsa di sua figlia.

Debbie Reynolds, poche ore prima di contrarre l’ictus che le sarebbe stato fatale, ha postato uno struggente ricordo di Carrie su Facebook, ringraziando i fan per il loro sostegno e per le condoglianze.

Grazie a tutti quelli che hanno abbracciato i doni e i talenti della mia amata e incredibile figlia. – aveva scritto – Sono grata per tutti i vostri pensieri e preghiere che ora la stanno guidando verso la sua prossima fermata. Con amore, la mamma di Carrie.”

Il 2016 continua a mietere vittime nel mondo hollywoodiano

La morte di Debbie Reynolds rappresenta l’ennesima triste notizia che avvolge il mondo di Hollywood negli ultimi giorni, dopo l’improvvisa morte di George  Michael  e quella di Carrie Fisher.

Vogliamo ricordarla cosi.

Debbie Reynolds aveva introdotto la figlia nel mondo scintillante di Hollywood.

Forse, però, non tutti sanno che anche lei aveva riscosso, a sua volta, un enorme successo sullo schermo.

Sua, infatti, la partecipazione da protagonista nel film “Singin’ in the Rain”, diretto da Gene Kelly e Stanley Donan.

Poi il matrimonio con Eddie Fisher, durato dal 1955 al 1959.

Todd, anche lui attore, e Carrie, erano i loro unici due figli.

CONDIVIDI