Cristina Parodi, insultata sui social. Verrà affiancata nella conduzione?

parodi

Domenica In, trasmessa ogni domenica da Rai 1, sembra non decollare, come ha sempre fatto. Cristina Parodi, la conduttrice del programma di intrattenimento della domenica pomeriggio, sta avendo parecchi attacchi dai social e nel web.

La co-conduzione di Domenica In con sua sorella Benedetta non sembra sia stata una buona idea. Domenica scorsa, 17 dicembre 2017, prima della trasmissione, anche il look della presentatrice è stato duramente criticato con insulti un po’ troppo spinti.

La foto di Cristina vicino all’albero di Natale

A scatenare tutto, prima della puntata del talk show di Rai 1, sembra sia stata una fotografia. Lei è vicino all’albero di Natale di Cinecittà. Il pubblico, presente nello studio, ha molto criticato il suo abbigliamento e sono piovuti gli insulti.

Una delle follower ha espresso pesanti critiche e le ha ricordato che la trasmissione è stata ed è un fallimento. Le parole usate non sono state nè gentili e nemmeno per niente carine.

La risposta di Cristina Parodi agli insulti

La risposta della conduttrice agli insulti non si è fatta attendere molto. Complice anche la delusione provata dopo il flop della trasmissione. Stanca degli attacchi subiti, ha commentato: “L’ignoranza purtroppo è il peggiore dei difetti”. Il suo look è stato definito “ridicolo”, la presentatrice usava una giacca a pois.

La conduzione di Domenica In potrebbe nel frattempo andare a qualche altro personaggio famoso dello spettacolo. La stampa ne ha già parlato. Mara Venier è una delle possibili candidate e sarebbe un ritorno con il botto per la domenica pomeriggio della Rai.

Circola anche il nome di Caterina Balivo, attuale conduttrice di Detto Fatto.

Non sarebbe una sostituzione, ma un “affiancamento”, la nuova co-conduttrice dovrebbe infatti occuparsi da sola di una parte di Domenica In.

Staremo a vedere e vi aggiorneremo, anche se Cristina Parodi non merita gli insulti avuti!

Potrebbe interessarti: Gli ascolti di Domenica In del 17 dicembre.