[ATTENZIONE SPOILER] Anticipazioni ultima puntata di “Di Padre In Figlia” di martedì 2 maggio

Di Padre in Figlia

Le fiction di Rai Uno ci appassionano e ci coinvolgono particolarmente. Come è accaduto per “Sorelle” la fiction che ha macinato ascolti arrivando a punte di oltre sei milioni di spettatori, anche “Di Padre in Figlia” che Martedì 2 maggi,  si concluderà.

Di Padre in Figlia: un arco temporale di 20 anni per raccontare una storia familiare

Le quattro puntate di Di Padre in Figlia si concluderanno martedì 2 maggio e i colpi di scena saranno molti.

Nel corso delle precedenti puntate abbiamo visto che è stata raccontata la storia familiare della famiglia Franza, coprendo  un arco temporale di circa vent’anni.

Le donne hanno avuto sicuramente, un ruolo primario nella fiction, tanto da prendere il sopravvento combattendo la mentalità patriarcale che le voleva messe all’angolo per sempre.

La prima puntata, ha raccontato gli anni  tra<il 1958 e il 1968>, la seconda  e la terza hanno  rappresentato gli <anni 70>, con esattezza 1973, mentre lo scenario conclusivo della quarta racconterà i favolosi <anni 80>.

Anticipazioni quarta ed ultima puntata – martedì 2 maggio 2017

[ATTENZIONE SE NON VOLETE SPOILER LA VOSTRA LETTURA DEVE FERMARSI QUI]

La precedente puntata si è conclusa con una delusione grandissima, per il capo famiglia Giovanni Franza. Il figlio Antonio, unico maschio, su cui il padre ha investito tutte le sue risorse e speranza, ha mandato sul lastrico l’azienda di famiglia, mettendosi in affari con un malavitoso.

Il padre, deluso e mareggiato, dice al figlio, di lasciare l’azienda e che non avrebbe voluto rivederlo mai più. La puntata si chiude con l’inquadratura dell’azienda, la” Distilleria Franza e figlio”, e con il suono di un  colpo di una pistola.

Tutto fa suppore, che il giovane figlio, insicuro, cocainomane e schiacciato dalle aspettative del padre, si toglie la vita.

Insomma. La famiglia Franza, è un chiaro esempio di famiglia fallimentare, dove non c’è dialogo, non c’è amore e dove tutti i fligli hanno intrapreso una brutta strada. Tra droghe e mondanità, frivolezze e lussuria, l’unica che pare realizzata nel suo ruolo di chimico è la primogenita Maria Teresa, interpretata magistralmente da Cristiana Capotondi.

Di Padre in Figlia

Nell’ultima puntata, l ruolo di tutti i componenti della famiglia Franza è rimesso in gioco. Infatti a causa di alcuni eventi, c’è la nascita di un nuovo equilibrio relazionale e affettivo.

Fino al passaggio del potere patriarcale a quello delle tre figlie, sancito dalla sostituzione dell’insegna della distilleria con “Sorelle Franza”.

Di Padre in Figlia

Quindi un riscatto sociale ed emotivo da parte di tre figlie sempre tenute in ombra dal padre a beneficio dell’unico maschio, che avrebbe dovuto seguire le orme del padre.

Insomma. Un esempio di donne che hanno coltivato i loro desideri di libertà, indipendenza, amore. Grazie anche all’aiuto e all’amore di una madre, d’altri tempi, così aperta da mettersi anche lei, da adulta ormai, al passo con i tempi nuovi.

CONDIVIDI