Pokemon GO: la rivelazione dell’estate 2016!

Non è un film, non è una serie tv, non è un programma d’intrattenimento: è semplicemente la rivelazione dell’estate 2016! Questo videogioco, che dal 15 luglio è disponibile in italia su dispositivi Apple o Android, ha letteralmente battuto ogni record di download e visualizzazioni, conquistando miliardi di utenti in tutto il mondo.

Vi ricordate Pikachu, Squirtle, JigglyPuff e tutti gli altri animaletti che, verso la fine degli anni ’90, riuscirono a conquistare i vostri figli sia come cartoon che come videogioco?

Ebbene, quegli animaletti sono tornati, pronti a rendere ancora più reale la vostra avventura in loro compagnia. Ma occorre essere un giocatore esperto per poter entrare nel mondo di Pokemon GO? Assolutamente no: chiunque ci può giocare!

Basta registrarsi con un account.

Una volta effettuato l’accesso, avrete un unico obiettivo: scovare e catturare i Pokémon, nascosti un po’ ovunque. E qui viene il bello: questi simpatici amici non si trovano in un antro segreto o in un androne NASA, ma nelle strade della vostra città, nel percorso che fate per andare al lavoro o a scuola o nel supermercato dove state facendo la spesa.

L’App di Pokemon GO, infatti, si collega ad una mappa molto simile a Google Maps, che localizza i luoghi da voi frequentati e che vedete nel mondo “reale”.

Scopo del gioco è anche quello di esplorare il quartiere in cui vi trovate, per scoprire, magari, una targa che non avete mai notato nel “solito” tragitto che fate tutti i giorni.

Ed eccolo lì: un pokemon che attende solo di essere acchiappato: vi basterà inquadrarlo con la videocamera del vostro smartphone.

Grazie alla Realtà Aumentata, il Pokémon apparirà per magia: sarà sufficiente lanciargli una Poke Ball per catturarlo. Come? Strisciando il dito dalla palla bianca e rossa verso il Pokémon.

Pokemon Go diventerà una vera e propria mania?

Le stime di questi primi giorni sono molto ottimistiche a riguardo.

…e chissà che non venga nuovamente ideato un cartoon, per permettere ai più piccoli di scoprire in modo divertente non solo la propria città, ma anche le capitali ed i principali luoghi d’interesse del mondo intero.

Stay Tuned!

CONDIVIDI