Non sapevo di essere incinta, la Domenica mattina di Real Time!

La Domenica mattina di Real Time, si apre con uno dei format più “interessanti” della programmazione di canale 31, che dopo aver fatto appassionare il pubblico del piccolo schermo “a stelle e strisce” promette di fare lo stesso anche con quello del nostro Paese, sto parlando di: “Non sapevo di essere incinta”.

Scopriamo meglio di cosa si tratta

E’ un formata stelle e strisce”; E’ datato 2011 (ed è attualmente in produzione);

Appartiene al genere docu reality; Ogni episodio ha una durata media di circa venti minuti.

Ciò che rende caro questo format al pubblico del piccolo schermo americano e a quello del nostro Paese, è, probabilmente, il fatto di raccontare storie di persone (precisamente di donne), comuni, ponendo l’attenzione sul fatto che queste storie che nelle specifiche puntate rispondono a determinati volti, potrebbero capitare ad altri volti corrispondenti ad altre persone…

Nello specifico “Non sapevo di essere incinta” , racconta le vicende di donne (mogli o compagne), che, non sospettando neanche lontanamente di essere incinte e portare avanti una gravidanza, conducono la propria vita come sempre (bevendo, fumando, ecc…), ed è proprio nelle situazioni più strane ed impensabili che queste neo mamme scoprono di essere incinte, partorendo…

Se anche voi siete curiosi di scoprirlo, non vi resta che sintonizzarvi su Real Time e “godervi lo spettacolo”…

Domenica alle 06:30 (su Real Time, canale 31).

N.B: Giorni e orari possono essere soggetti a modifiche.

Mi chiamo Chiara, ho 27 anni e la mia più grande passione è la scrittura, che coltivo sin da quando posso ricordare. Nel tempo libero oltre a scrivere (per lo più racconti) mi piace molto anche leggere, ascoltare musica e guardare la televisione (in particolare serie tv poliziesche e programmi reality/tutorial, che trovo molto interessanti perché permettono sempre di imparare cose nuove). Infine un’altra mia grande passione sono i bambini, con i quali ho anche l’ambizione di poter lavorare o come educatrice di asilo nido (lavoro per cui sono abilitata da una laurea) o come baby sitter. Di loro mi piace soprattutto la loro genuinità ed il fatto che sono privi di filtri e che trasmettono molta allegria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here