Il Paradiso delle Signore chiude i battenti: ascolti non in linea con le aspettative

il paradiso delle signore 3

“Il Paradiso delle Signore”, la fiction che è diventata una soap con un appuntamento giornaliero, si avvia verso al chiusura. Il motivo? Gli ascolti non sarebbero in linea con quello che ci si aspettava dalla rete.

Il Paradiso delle Signore verso la chiusura anticipata: 500 posti di lavoro a rischio

La notizia non renderà contenti i numerosi fans della soap con protagonisti Vanessa Gravina, Roberto Farnesi e Alessandro Tersigni, ma anche tutte le persone che ruotano intorno alla realizzazione di ogni puntata. La serie ispirata al romanzo di Emile Zolà racconta l’Italia degli anni 60/70 in pieno boom economico con le vicende personali dei protagonisti, tra amori e imprevisti.

La nuova realtà non ha fatto breccia nel pubblico. O meglio, non abbastanza per i dirigenti Rai che hanno preso la decisione di sospendere la soap, che dovrebbe comunque concludere la sua terza stagione in primavera, al termine delle 180 puntate previste. Non ci sarà quindi una quarta stagione.

Bene le prime due stagioni, la terza fa fatica a decollare

La soap prese vita nel 2015 e i protagonisti erano completamenti differenti da quelli che ritroviamo oggi nel cast. Le prime due stagioni ebbero una emissione settimanale (di sera) e il pubblico accolse con piacere la fiction che durante la prima stagione registro ascolti entusiasmanti tanto da decidere di farne una seconda.

Anche la seconda ebbe un discreto successo, ma per la terza stagione si è deciso di trasformare la fiction in una soap con una emissione giornaliera e un cast completamente rinnovato.

Forse è proprio questo il problema, il cast tutto nuovo e con protagonisti differenti ha fatto allontanare i fans che non volevano mettere fine alla intensa e tormentata storia tra Teresa Iorio (Giusy Buscemi) e Pietro Mori (Giuseppe Zeno).

Produzione e Sindacati non si sono messi d’accordo

Oltre al cambio del cast si aggiunge anche un cambio di location nella registrazione della soap: da Torino (prime due stagioni) a Roma (la terza stagione). Il fatto è che la produzione e sindacati non si sono messi d’accordo sul numero di ore lavorative, sui turni e sui giorni di riposo.

A Roma si gira a Prima Porta, negli Studios Videa dove gli operatori, circa 500 dei quali 150 tra troupe, attori e regista, sono impegnati, dal lunedì al venerdì, nella realizzazione di una puntata giornaliera.

I costi di produzione non sono supportati da un buon riscontro Auditel ed ecco la decisione della Rai di sospendere la soap. E’ davvero un peccato perché in alcune puntate la soap ha raggiunto persino il 15% di share, avvicinandosi pericolosamente alla concorrenza. Ma il dato Auditel non è sempre questo ma varia a seconda dei giorni da qui la decisione Rai.

La Soap è stata diretta da Giannandrea Pecorelli mentre la società di produzione è Aurora TV.

8 Commenti

  1. VERAMENTE PECCATO , QUANDO TRASMETTONO QUALCOSA DI BELLO LO ELIMINANO, CHI CI CAPISCE É BRAVO!!! PECCATO VERAMENTE PERCHÉ É VERAMENTE UNA BELLISSIMA SOAP..

  2. Certo se la Rai manda in onda il paradiso della signore alle 15,30 che tutti sono al lavoro nessuno la segue,invece le 2 stagioni precedenti degli anni passati sono andate in onda in 1 prima serata alle 21,00 e tutto cambia. È questo il motivo perché gli attori sono tutti molto bravi e nulla da invidiare con gli attori delle precedenti stagioni. Mandatelo in onda alle 21,00 e gli ascolti cambiano SICURO

  3. Ormai si deve continuare non lasciando a metà perché non lo mettono su rai premium con il cambiamento d orario verso le prime ore del mattino e bello fatto ma la gente e cattiva

  4. Veramente un peccato! Sono tra le tante persone che seguono costantemente la fiction. E’ ovvio che la collocazione pomeridiana non possa essere vista da tante persone che lavorano o hanno molti impegni in quella fascia oraria. Io rimedio registrando le puntate che non posso vedere in diretta ma … non è la stessa cosa. Perché invece non riportare la fiction in versione settimanale come le prime due serie? Il cast è ottimo!

  5. Sono d accordo con Daniela, è davvero un peccato, io, lo rivedo su Rai play, ma sicuramente fosse in prima serata sarebbe meglio, alle 15 30 sono anch’io sul lavoro.. Davvero peccato perché gli attori tutti bravissimi e niente da invidiare alle soap estere… Proprio ora che la Rai è diventata una signora eccelsa!!!!! Per conto mio guardo Rai da moltissimi anni , ora c’è anche Rai play, una fortuna… Vi auguro un buon lavoro continuativo e auguri per tutto lo staff della Rai…. Violetta

  6. Mi associo a Daniela. Ma chi ha avuto la luminosa idea della messa in onda alle 15. 30??? E tutti i giorni, “daily” : sono ridicoli. E ovviamente l’audience è scesa.
    Ma nemmeno poi tanto, nonostante l’ora.
    180 puntate a quante prime serate equivalgono? Beh, meglio comprare le soap in Spagna o in America…

  7. Non chiudetela è una bellissima soap prima guardavo sempre Mediaset Ora non vedo l’ora che arrivino le 15:40 per guardarla e sono soddisfatta di pagare il canone!!! Grazie mille

  8. Infatti! Penso la stessa cosa del commento qui sopra! Il problema è l’orario, io spesso recupero le puntate su raiplay! E sono disposta a seguirlo comunque così per non perdermi nulla! Ma purtroppo non é così per tutti, perché le persone lavorano, studiano e non hanno voglia di recuperare ogni puntata online. Anche se è comodissimo, ovviamente. Quindi ci sono giorni in cui lo share è altissimo e giorni in cui si fa più fatica. Se fosse di sera tutto ciò non accadrebbe!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here