Gerry Scotti vs. Amadeus: il preserale estivo è tutto loro, da stasera alle 18,45

Gerry Scotti

Partirà questa sera, 5 giugno, la sfida tra due conduttori che la sanno lunga: Gerry Scotti ed Amadeus. I due si sfideranno nel preserale con due game show che da sempre appassionano il pubblico tv: Caduta Libera e Reazione a Catena. Entrambi in onda alle 18,45 sulle due reti principali: Canale 5 e Rai Uno.

Lo “zio Gerry” e Caduta Libera

Caduta libera

Gerry Scotti è in onda dalla fine di aprile con Caduta Libera, il famoso gioco delle botole, che è subentrato ad Avanti un altro con Paolo Bonolis. Quest’ultimo tornerà in prima serata proprio a breve, l’otto giugno, con Avanti un altro pure di sera che vedrà due squadre di vip sfidarsi all’insegna del divertimento. Tra gli altri anche Maria De Filippi e Fabrizio Frizzi parteciperanno al programma.

Caduta Libera piace al pubblico italiano, anche nella versione domenicale dove a sfidarsi sono personaggi famosi.

Amadeus torna con Reazione a Catena ad allenarci la mente

Reazione a catena

Terminato I soliti Ignoti, Amadeus riprende con Reazione a Catena. Nella nuova edizione sono previste 111 puntate, con la consueta formula che l’ha premiata negli anni negli ascolti.

Il programma andrà in onda tutti i giorni dal Centro di Produzione TV di Napoli. Quest’anno sarà l’undicesima stagione del game show che in poco più di 1000 puntate, ha visto passare negli studi oltre 2000 squadre provenienti da tutta Italia.

Un gioco basato sull’associazione logica di parole che mette alla prova l’intuito, la prontezza e la padronanza della lingua italiana dei concorrenti ma anche dei telespettatori.

Reazione a Catena è una sorta di “palestra mentale” per i telespettatori e per chi vi partecipa, viste le tante associazioni di parole da indovinare (ben 6000 in questa nuova edizione). Come recita lo slogan, “rinfresca la mente”.

Il meccanismo di Reazione a Catena ed i giochi più amati

A Reazione a Catena due squadre composte da 3 giocatori (amici, colleghi o parenti) si sfidano sulla loro capacità di indovinare, formare, completare e ordinare parole e “catene” di vocaboli.

Tanti sono i giochi in cui cimentarsi, tra le prove più amate senz’altro quella del gioco dell’Intesa Vincente.

Due giocatori devono formulare usando una parola a testa, una definizione dell’oggetto indicato dal programma, in modo che il loro compagno possa indovinare di cosa stiano parlando.

In questo gioco resta decisiva la capacità dei componenti della squadra di capirsi al volo. Ciò infatti potrà sovvertire la classifica finale, portando una delle due squadre a essere proclamata Campione della puntata, guadagnandosi il diritto di tornare il giorno dopo e di accedere al gioco finale: l’ultima parola.

In questa ultima sfida, i concorrenti della squadra campione della puntata dovranno individuare la parola che si lega, tramite una connessione linguistica o associativa, alla parola conclusiva che permetterà loro di portarsi a casa il montepremi.

Tra i due conduttori regna grande stima ed anche una bella amicizia di vecchia data.

Comunque andrà la sfida degli ascolti Tv, vincerà la professionalità di due signori del piccolo schermo.

 

CONDIVIDI