In seconda serata domenica 17 luglio: Viola di mare

Questa sera va in onda in seconda serata su Rete 4 alle ore 23.00 “Viola di mare”, seconda prova alla regia per Donatella Maiorca.

La trama

Nella Sicilia dell’Ottocento, durante lo sbarco dei Mille, su un’isoletta immaginaria le famiglie vivono pescando o lavorando umilmente.

Tra gli abitanti del posto c’è la venticinquenne Angela, innamorata di un’amica d’infanzia e in lotta con la propria famiglia, assolutamente contraria a tollerare un legame di questo tipo.

Quando il padre la rinchiude in una grotta per non aver accettato di sposare l’uomo da lui scelto, la madre la salva proponendo alla famiglia di corrompere il parroco affinché sui registri dichiari che c’è stato un errore e che Angela in realtà è nata uomo.

A questo punto, con una nuova identità in mano, la ragazza può sposare l’amata, ma dopo la felicità i problemi non tarderanno ad arrivare.

L’ispirazione

Una storia delicata quella portata sullo schermo dalla Maiorca, fra le prime a raccontare in Italia l’omosessualità femminile.

La pellicola è ispirata al romanzo “Minchia di re” di Giacomo Pilati (2004). Il bizzarro nome indica la “donzella di mare” o “viola di mare”, un pesce ermafrodito che nasce femmina per poi trasformarsi in maschio e che è così chiamato dai pescatori siculi.

La parte di Angela è interpretata da Valeria Solarino, mentre sua moglie Sara è Isabella Ragonese. Magistrale Ennio Fantastichini nel ruolo del padre-padrone Salvatore, mentre Maria Grazia Cucinotta è Agnese, sua amante nel film.

“Viola di mare” ha ricevuto apprezzamenti anche all’estero, con proiezione speciali negli Stati Uniti.

Il trailer

CONDIVIDI