Il film da vedere stasera, 8 dicembre – Confusi e felici

Confusi e felici - Locandina
Confusi e felici – Locandina

Buongiorno amici di SuperGuida TV! Questa sera Rai 1 ci propone una prima visione: Confusi e felici (2014) del regista Massimiliano Bruno, con Massimiliano Bruno, Claudio Bisio, Marco Giallini, Paola Minaccioni, Caterina Guzzanti e Rocco Papaleo.

Trama del film

Marcello (Claudio Bisio) è uno psicanalista che esercita a Roma con una cricca alquanto particolare di pazienti: Nazareno (Marco Giallini) è uno spacciatore di droga che soffre di attacchi di panico e ha un figlio in arrivo da una ragazza di colore;

Pasquale (Massimiliano Bruno) autista di autobus, ha quarant’anni e una dipendenza dalla madre e dal cibo; Vitaliana (Paola Minaccioni) è una ninfomane infatuata di Marcello; Betta e Enrico (Caterina Guzzanti e Pietro Sermonti) sono una coppia in debito di sesso e di passione; Michelangelo (Rocco Papaleo), telecronista sportivo, ha violenti scoppi di rabbia dettati dal tradimento della moglie con un tedesco.

Un giorno, durante una delle solite esercitazioni con l’arco, Marcello accusa un problema alla vista: gli esami accertano che si tratta di una malattia molto grave che lo porterà alla cecità in poco tempo. Lo psicanalista cade quindi in una profonda depressione e tronca bruscamente il rapporto coi suoi pazienti.

Questi tuttavia, guidati anche dalla segretaria del medico, Silvia, non si rassegnano all’idea di perderlo e tutti insieme, una volta scoperta la verità, si attivano per far riprendere Marcello a vivere…

Appuntamento alle ore 21.25 su Rai 1!

Alcune curiosità sul film

  • In una scena i protagonisti vanno a ballare la pizzica alla “Notte della Taranta”, nome preso dal festival che si svolge in Salento ogni anno.
  • Nella scena della serenata di Marcello a Silvia compaiono i tre cantautori romani Max GazzèNiccolò Fabi e Daniele Silvestri.
  • Inizialmente era previsto che il film dovesse intitolarsi “Tutti per uno“, come si può notare nei ciak

Gli attori protagonisti

Claudio Bisio
Claudio Bisio

Claudio Bisio è nato a Novi Ligure, il 19 marzo 1957. (59 anni).

Cresciuto a Milano, Bisio ha conseguito il diploma presso la Civica scuola d’arte drammatica del Piccolo Teatro di Milano. La sua prima apparizione significativa in televisione è la partecipazione al programma Zanzibar (1988). Si trova a giocare nella squadra vincente di Salvatores che vince l’Oscar con Mediterraneo, riproponendosi poi in un eccezionale duetto interpretativo con Diego Abatantuono in Puerto Escondido. 

Nella primavera 1997 conduce su Italia 1 insieme ad Antonella Elia Facciamo Cabaret, antesignano del fortunato Zelig. Bisio è anche presenza fissa nelle stagioni 1997-1998 e 1998-1999 di Mai dire gol. Nel 2007 è protagonista con Sabrina Ferilli del film per la televisione Due imbroglioni e… mezzo!. Nel 2008 canta nella canzone La lega dell’amore nell’album Studentessi di Elio e le Storie Tese, canzone già eseguita dal vivo nel tour del 2006.

Nel 2012, dopo 15 anni, abbandona la conduzione di Zelig a tempo indeterminato, dichiarando di volersi prendere una pausa per potersi dedicare ad altre attività. Ha due figli, Alice e Federico, avuti dalla moglie Sandra Bonzi, con cui è sposato dal 23 agosto 2003.

Marco Giallini
Marco Giallini

Marco Giallini è nato a Roma, il 4 aprile 1963.

Dopo aver frequentato la Scuola d’Arte a Roma, e dopo anni di esperienza a teatro con importanti registi quali Arnoldo Foà, Ennio Coltorti e Angelo Orlando, esordisce nel cinema nel 1995 con una piccola parte nel lungometraggio L’anno prossimo vado a letto alle dieci, diretto da Angelo Orlando.

Le sue migliori interpretazioni sul grande schermo si possono apprezzare in film come L’odore della notteAlmost Blue, L’ultimo capodanno, e Non ti muovere, di Sergio Castellitto. Vive tuttora a Fonte Nuova, Roma. Dalla moglie Loredana (sposata nel 1993) ha avuto due figli. È rimasto vedovo nel luglio 2011, dopo che la moglie è stata colpita da un’emorragia cerebrale.

Paola Minaccioni
Paola Minaccioni

Paola Minaccioni è nata a Roma, il 25 settembre 1971.

Figlia di Roberto Minaccioni (massaggiatore della Roma), ha seguito una formazione di drammaturgia classica: per alcuni anni ha fatto parte del laboratorio di Serena Dandini e ha frequentato anche il Centro sperimentale di cinematografia. Televisione, cinema, teatro e cabaret sono così al contempo i suoi diversi luoghi di espressione.

Nel 2012 viene candidata sia ai Nastri d’argento che ai Ciak d’oro come migliore attrice non protagonista, vincendo un Globo d’oro nella stessa categoria, per il film Magnifica presenza di Ferzan Özpetek. Due anni dopo recita in un altro film di Ozpetek, Allacciate le cinture, grazie al quale ottiene il Nastro d’argento come migliore attrice non protagonista e la nomination al David di Donatello nella stessa categoria.

Caterina Guzzanti
Caterina Guzzanti

Caterina Guzzanti è nata a Roma, il 5 giugno 1976.

Figlia del saggista e politico Paolo e sorella minore dei comici Sabina e Corrado, il suo esordio televisivo avviene nel popolare programma Pippo Chennedy Show, ideato e condotto dal fratello Corrado con Serena Dandini.

La sua carriera segue spesso quella dei fratelli: sempre nella stessa rete, infatti, nel 1998 affianca la sorella Sabina nel programma La posta del cuore; mentre nei successivi programmi affianca Corrado, come ne L’ottavo nano del 2000 e Il caso Scafroglia.

Nel 2014 ha collaborato con il gruppo bolognese Lo Stato Sociale per l’uscita del loro secondo album L’Italia peggiore, comparendo nel brano “Instant classic”.

Rocco Papaleo
Rocco Papaleo

Antonio Rocco Papaleo è nato a Lauria, il 16 agosto 1958.

Si trasferisce a Roma per intraprendere, senza successo, gli studi universitari in matematica. Nella capitale s’iscrive ad una scuola di recitazione e ha così i primi contatti con esponenti del mondo dello spettacolo, tra cui Rodolfo Laganà.

Esordisce in teatro nel 1985 . È la volta poi dell’esordio in televisione nella fiction, interpretando il ruolo di Rocco Melloni nel telefilm Classe di ferro (1989-1991).

Intraprende la carriera cinematografica con Il male oscuro di Mario Monicelli. Debutta in qualità di regista nel film Basilicata coast to coast, chiamando a sé attori come Alessandro Gassmann, Giovanna Mezzogiorno, Paolo Briguglia e Max Gazzè.

Il film vince il David di Donatello 2011 nella categoria “Miglior regista esordiente”.

Trailer del film

Fonti citate nell’articolo: Wikipedia

CONDIVIDI